Blitz quotidiano
powered by aruba

Villa Pamphili, Dagospia: “Nuova camera da letto a casa di Renzi”

ROMA – A Villa Pamphili, sede di rappresentanza romana della presidenza del Consiglio, ci sarebbero in corso lavori di ristrutturazione, con tanto di realizzazione di una nuova camera da letto. Ad occuparsene sarebbe il Diprus, acronimo che indica il Dipartimento per la politica di gestione e risorse umane e strumentali, alle dirette dipendenze del segretario generale di Palazzo Chigi.

La soffiata-bomba arriva da Dagospia che scrive:

Sarebbe stato proprio Matteo Renzi a chiedere di ricavare una stanza da letto all’interno del “Casino dell’Algardi”, che prende il nome dall’architetto e scultore che ne curò la costruzione, a partire dal 1644. Secondo le indiscrezioni, “serve per gli ospiti di riguardo” del premier. Dago, infine, nota maliziosamente che “se un Capo di Stato o di governo viene a Roma in visita ufficiale – di solito – è ospite del suo ambasciatore presso la Repubblica. Quindi la suite in allestimento a Villa Pamphili non è (o sarà) riservata ad accogliere ospiti istituzionali”.

Poco dopo arriva la precisazione del governo, sempre tramite Dagospia:

Nessun lavoro in corso per realizzare una camera da letto a Villa Pamphilj, nessuna indicazione del premier in tal senso, proprio niente di niente, notizia totalmente destituita di fondamento. Ne puoi dare conto, grazie mille? Buon lavoro. Filippo Sensi.