Blitz quotidiano
powered by aruba

Ocse. Superindice, crescita stabile in area, Italia in flessione

FRANCIA, PARIGI – Il superindice dell’Ocse, che offre una possibile interpretazione delle evoluzioni economiche attese per il futuro, continua a “segnalare una dinamica di crescita stabile nell’insieme della zona Ocse”. In Italia, al contrario, il CLI (Composite Leading Indicator) segna una “flessione” del trend di crescita.

“Una dinamica di crescita stabile – afferma l’Ocse nel superindice di ottobre – viene anticipata negli Stati Uniti, in Giappone, in Canada, come anche nella zona euro, in particolare, in Germania e in Francia. Al contrario, l’ICA segnala una flessione della crescita in Italia”.

L’organismo internazionale per lo sviluppo e la cooperazione economica riferisce inoltre che per quanto riguarda la Gran Bretagna “le prospettive restano invariate”. Ma per Londra il superindice “indica una stabilizzazione della crescita al livello inferiore rispetto all’inizio dell’anno”. Tra le principali economie emergenti l’Ocse prevede invece una “dinamica di crescita stabile” in Cina. “In Russia e in Brasile gli Ica indicano un’inflessione positiva di crescita. In India, l’ICA indica un consolidamento della crescita”, conclude l’Ocse.