Blitz quotidiano
powered by aruba

Affitti casa: norma “Airbnb”, cedolare secca al 21%

ROMA – Manovra: spunta norma “Airbnb”, cedolare secca al 21%. Spunta una norma Airbnb, che si propone di regolare il mercato degli affitti brevi in strutture ‘extralberghiere’ da parte di privati o di intermediari online. La commissione Finanze della Camera ha approvato un emendamento del Pd alla manovra, che andrà ora sottoposto alla commissione Bilancio, che prevede la cedolare secca al 21% per questo tipo di attività, l’istituzione di un apposito registro all’Agenzia delle Entrate e una clausola antievasione, con la responsabilità ‘in solido’ sul pagamento delle tasse da parte del privato e dell’intermediario.

Bollo auto. Gli uffici del dipartimento dei Trasporti e le autofficine autorizzate a fare la revisione dovranno controllare che i proprietari dei veicoli abbiano sempre pagato tassa di proprietà e tassa di circolazione del proprio mezzo, e che non sia sottoposto a fermo amministrativo. Lo prevede un emendamento per contrastare l’evasione del bollo auto approvato dalla commissione Finanze della Camera. La proposta, del Pd, dovrà ora passare all’esame della commissione Bilancio. Se la verifica darà esito negativo non si potrà circolare finché non si paga.

Bagarini online, multa 180mila euro. Stop al ‘secondary ticketing’, ovvero all’acquisto massiccio di biglietti di concerti per rivenderli a prezzi maggiorati. Con un emendamento alla legge di Bilancio presentato queste ore, il governo pone il divieto di esercitare questa pratica, definita dal ministro Dario Franceschini un fenomeno “intollerabile”. La norma contro i ‘bagarini online’ prevede anche multe da 30mila a 180mila euro per ciascuna violazione accertata.