Economia

Banche, Cantone l’arbitro, rimborsi ai risparmiatori

Banche, Cantone l'arbitro, rimborsi ai risparmiatori

Raffaele Cantone (Foto Lapresse)

ROMA – Niente Consob: sarà l’Autorità nazionale anti-corruzione guidata da Raffaele Cantone a gestire gli arbitrati per gli obbligazionisti secondari colpiti dal crac di Banca Etruria, Banca Marche, Cassa di risparmio di Chieti e Cassa di risparmio di Ferrara. Lo ha annunciato a sorpresa il presidente del Consiglio al Tg5.

“Gli arbitrati saranno gestiti da un soggetto terzo, l’Anac, presieduta da Cantone, ha detto Renzi. Nelle prossime ore faremo tutto possibile perché chi è stato truffato possa avere i soldi. Da parte mia c’è l’intenzione di fare la massima trasparenza e chiarezza, ci sarà il massimo rigore”.

Tra gli emendamenti approvati dalla Camera per definire il futuro Fondo di solidarietà da 100 milioni in favore degli obbligazionisti subordinati delle quattro banche in default, quello sull’arbitrato “caso per caso” ha messo i primi punti fermi e avviato il percorso per definire le regole. Si prevede che

“Con decreto del Presidente del Consiglio, su proposta del ministro dell’Economia, sentito il ministero della Giustizia e previa deliberazione del Consiglio dei ministri possono essere nominati gli arbitri, scelti tra persone di comprovata imparzialità, indipendenza professionalità e onorabilità, oppure potranno essere disciplinate le modalità di nomina, nonché il funzionamento del collegio arbitrale”.

To Top