Blitz quotidiano
powered by aruba

Banche fallite, rimborsi fino a 100mila € (come per tutti)

ROMA – Banche fallite, rimborsi fino a 100mila € (come per tutti). E’ stato trovato il compromesso (tra Tesoro e Commissione Ue) su modalità ed entità dei rimborsi agli obbligazionisti delle quattro banche fallite (Etruria, Cassa Marche, Cariferrara e Carichieti). Verranno rimborsati tutti coloro che avevano sottoscritto obbligazioni fino al limite di 100mila euro. La stessa soglia limite che circoscrive la fascia di garanzia entro la quale sono rimborsati i titolari di conti correnti in caso di crac bancario.

Ma non si tratta di un meccanismo automatico (anche se si è rinunciato a procedere caso per caso). Non sarà rimborsato, infatti, chi ha acquistato le obbligazioni fuori dalle banche in questione, per esempio sul mercato secondario. Ora bisognerà aspettare un decreto ad hoc del Governo che formalizzi le procedure di restituzione.

Il Governo stanzierà 200 milioni di euro, il doppio di quanto messo a disposizione dalla legge di stabilità. A fronte di un monte di titoli diventati carta straccia del valore di 350 milioni di euro per il fallimento delle 4 banche.

La Banca d’Italia ha spinto perché passasse una sorta di moratoria, e non solo per le obbligazioni: il fallimento di Cariferrara ha colpito soprattutto azionisti, i più penalizzati nella lista dei creditori. Per risarcire questi ultimi l’idea è quella di chiedere un contributo a chi si comprerà gli asset buoni della banca, sempre che nel frattempo si materializzi l’acquirente: il termine per la vendita delle quattro «good bank» slitta di settimana in settimana e secondo le indiscrezioni potrebbe essere rinviato fino a settembre. (Alessandro Barbera, La Stampa)