Economia

Benzina, fatela prima di mettervi in viaggio. In autostrada costa di più. Ecco perché

Benzina, fatela prima di mettervi in viaggio. In autostrada costa di più. Ecco perché
Benzina, fatela prima di mettervi in viaggio. In autostrada costa di più. Ecco perché

Benzina, fatela prima di mettervi in viaggio. In autostrada costa di più. Ecco perché

ROMA – Se siete in procinto di mettervi in viaggio, non sarebbe una cattiva idea programmare una sosta per il rifornimento prima di entrare in autostrada. Il motivo? Sorpassato il casello la benzina costa di più. E non di poco: si parla di un rincaro di quasi il 30% in più rispetto a quella venduta nel resto delle strade.

Fabio Poletti sul quotidiano la Stampa ha fatto qualche conto, mettendo a confronto i dati raccolti da Altroconsumo nel 2016 con quelli sfornati pochi giorni fa dall’Osservatorio prezzi del Mise:

Con un certo entusiasmo l’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico fa sapere che lunedì scorso – 2 giorni fa quindi è il dato più aggiornato che c’è – il prezzo medio sarebbe sceso a 1,510 euro. Con un sostanzioso risparmio per noi consumatori di ben 0,002 euro. In calo anche se si fa fatica a definirlo vertiginoso è pure il prezzo del gasolio. Settimana scorsa era di 1,361 euro al litro. Che lunedì era in media di 1,353 euro.

Secondo uno studio di Altrocunsumo, basato sui dati relativi al 2016, la zona di Milano risulta la più costosa superando Napoli di circa il 12 per cento. Il motivo è presto detto: colpa delle accise che raggiungono anche i 737 centesimi per litro. Ma lo stesso vale anche per la benzina venduta nel resto d’Italia. Per i benzinai delle autostrade si aggiungono le royalties che le società autostradali impongono per assegnare ogni area di servizio.

Marco Bulfon, responsabile di Altroconsumo spiega alla Stampa:

“Da noi c’è la benzina più cara d’Europa anche se l’Italia è uno dei massimi produttori al mondo di carburante. Questo avrebbe dovuto garantire prezzi più concorrenziali. Ma va a finire che il nostro carburante venduto in Francia là costa meno. Da noi c’è un gigantesco problema di distribuzione e di organizzazione”. […]

“Fino a che lo Stato utilizza la benzina come salvadanaio siamo di fronte a una ingestibile follia. Da noi poi ci sono il doppio delle stazioni di servizio che in Europa”.

In Italia sono 24 mila solo sulla rete autostradale. Che vendono meno di 1 miliardo e 800 milioni di litri di carburante. Un dato sempre più in decrescita visto che l’oro nero è oramai caro come l’oro vero. E dal 2008 al 2013 la vendita sulla rete autostradale è crollata in media del 45%. Complice la crisi e non solo quella.

To Top