Economia

Biologico. La Francia ci marcia: ne dichiara troppo, 1 mld multa Ue. Incentivi sospesi

Biologico. La Francia ci marcia: ne dichiara troppo, 1 mld multa Ue. Incentivi sospesi

Biologico. La Francia ci marcia: ne dichiara troppo, 1 mld multa Ue. Incentivi sospesi

ROMA – Biologico. La Francia ci marcia: ne dichiara troppo, 1 mld multa Ue. Incentivi sospesi. Troppo biologico rispetto alle superfici agricole usate: è questa l’accusa di Bruxelles alla Francia, questo il motivo della multa da un miliardo di euro (erano tre).

Un colpo per Parigi che sulle colture biologiche aveva puntato forte nel 2013 con il piano “Ambition 2017” con l’obiettivo di raddoppiare la superficie agricola dedicata. Per cui finanziò incentivi raddoppiando lo stanziamento (da 80 a 160 mln, 900 mln in 5 anni) di contributi a fondo perduto.

La multa ha avuto un impatto immediato con la sospensione dei fondi e gli agricoltori spiazzati dagli indebitamenti sostenuti per ricevere la certificazione bio che non potranno ristorare con i soldi dello Stato.

Per la direzione agricoltura di Bruxelles, che gestisce la Pac e tutto lo Sviluppo Rurale e fa capo a un severissimo professore di agronomia polacco, Jerzj Bogdan Plew (che a sua volta risponde al commissario europeo per l’agricoltura, Phil Hogan, un irlandese che è stato anche ministro dell’ambiente a Dublino), i conti non tornano. Troppi ettari convertiti al bio, rispetto alla Sau, la superficie agraria utilizzata, segno di una possibile truffa ai danni dell’Unione. Come che sia scatta una multa da tre miliardi di euro, ridotta a un miliardo perché Parigi è pur sempre un socio eccellente del club europeo. (Giuseppe Corsentino, Italia Oggi)

To Top