Blitz quotidiano
powered by aruba

Black Friday, venerdì degli sconti: la media è del 30%, ma attenti alle truffe

ROMA – Il Black Friday è arrivato il 25 novembre. Un venerdì di sconti, come vuole la tradizione americana nel weekend del Thanksgiving, che solitamente cade il quarto giovedì di novembre e dà il via allo shopping natalizio. La media degli sconti osservando i negozi online e in strada potrebbe si aggira intorno al 30 percento, ma per chi decide di acquistare è bene fare molta attenzione alle truffe. Se poi quello di cui avete bisogno è un oggetto di hi-tech, meglio allora aspettare lunedì, quando arriverà il Cyber Monday, con sconti soprattutto su prodotti tecnologici.

Il Sole 24 Ore scrive che lo shopping post ringraziamento è iniziato e non solo per oltre 137 milioni di americani. Gli sconti riguardano soprattutto beni come il vestiario, l’elettronica e il video games e gli sconti saranno in media del 30%:

“Sarà certamente un inferno per i commessi dei negozi aderenti all’evento, ma nulla in confronto al prossimo mese. Infatti, a giudicare dalle rilevazioni di Deloitte, la maggior parte dello shopping natalizio (il 40% del totale) verrà fatto a dicembre. Solo il 9 e il 6 per cento rispettivamente durante il Black Friday e il Cyber Monday, mentre il 18% a fine novembre. Nonostante questi risultati la maggior parte dello shopping natalizio (il 40% del totale) vien fatto a dicembre”.

Ilaria Betti sull’Huffington Post invita però i potenziali clienti a fare molta attenzione alle truffe, soprattutto per chi aspetta il Black Friday per fare acquisti online e su Amazon. Per verificare il prezzo, scrive, basta consultare i siti Camelcamelcamel e Fakespot:

“basta inserire la URL del prodotto che si intende comprare su Amazon nell’apposito spazio e lasciare che il sito illustri, tramite un grafico, l’andamento e le fluttuazioni dei prezzi di vendita di quel determinato oggetto. È possibile, dunque, che l’offerta di Amazon, per quanto bassa, non sia la più conveniente: in questo caso, è meglio rivolgere la propria attenzione altrove o attendere ulteriori ribassi.

Se su Camelcamelcamel la URL può essere presa anche dal sito italiano di Amazon, Fakespot funziona soltanto con URL di prodotti selezionati su Amazon.com: questo è l’unico accorgimento che dovranno tenere presente gli utenti che vorranno tentare il confronto tra i prezzi dei prodotti che intendono acquistare”.


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'