Blitz quotidiano
powered by aruba

Bonus casa, mobili e ristrutturazioni: come cambiano nel 2017

ROMA – Bonus per l’edilizia, ci sarà ancora un anno di tempo per usufruire delle detrazioni sulle ristrutturazioni (al 50 per cento), sui lavori per il risparmio energetico (al 65 per cento) e per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici (al 50 per cento). E potrebbero esserci cinque anni per usufruire dell’ecobonus e del sisma bonus per i condomini. 

Le anticipazioni, in attesa che i provvedimenti vengano pubblicati in Gazzetta Ufficiale, arrivano dal Sole 24 Ore. Rimane, quindi, la spesa massima agevolata di 96mila euro per il 50 per cento delle spese per lavori di ristrutturazione e bonus differenziati in base al tipo di intervento per il 65 per cento. Prorogata fino al 31 dicembre 2017 anche la detrazione sull’acquisto dei mobili abbinato ai lavori edilizi.

Casomai, sottolinea il Sole 24 Ore,

bisognerà verificare se sarà confermata l’impostazione data finora dalle Entrate in base alla quale è incentivato l’acquisto degli arredi abbinato a spese di recupero sostenute dal 26 giugno 2012 in poi: alcune delle ipotesi circolate nei giorni scorsi limitavano l’agevolazione nel 2017 a chi ha avviato i lavori da quest’anno.

Resta da vedere, poi, se il Parlamento confermerà anche il bonus mobili per le giovani coppie (pari al 50% su una spesa massima di 16mila euro) introdotto dalla legge di Stabilità 2016 e sganciato dai lavori edilizi.

La vera novità è il rafforzamento delle detrazioni condominiali, con l’obiettivo di tenerle fino al 31 dicembre 2021. Cinque anni per consentire lavori anche quando non tutti i condomini trovano subito l’accordo.

 

 

 

 


TAG: , ,

PER SAPERNE DI PIU'