Blitz quotidiano
powered by aruba

Bpm e Banco Popolare, sì alla fusione: nasce Banco Bpm

MILANO – I Consigli di amministrazione di Bpm (Banca popolare di Milano) e Banco Popolare hanno dato il via libera definitivo al progetto di fusioni dalle quali nascerà un nuovo gruppo bancario che sarà denominato Banco Bpm. La notizia è stata ufficializza una nota diffusa martedì sera che segnala che la fusione avverrà in base a rapporti di cambio che attribuiscono ai soci di Verona il 54,626% del capitale della nuova capogruppo e agli azionisti di Milano il 45,374%. E’ previsto che una quota dell’utile netto non superiore al 2,5% possa essere destinata ai territori di riferimento.

Il primo Consiglio di amministrazione della nuova capogruppo, una società per azioni quotata in Piazza Affari, sarà composto da 19 membri. Presidente sarà Carlo Fratta Pasini e amministratore delegato Giuseppe Castagna. Vice presidente vicario sarà Mauro Paoloni mentre vice presidenti saranno Guido Castellotti e Maurizio Comoli.

Gli altri amministratori sono stati individuati in Mario Anolli, Massimo Catizone, Rita Laura D’Ecclesia, Carlo Frascarolo, Paola Galbiati, Cristina Galeotti, Marisa Golo, Piero Lonardi, Giulio Pedrollo, Fabio Ravanelli, Pier Francesco Saviotti, Manuela Soffientini, Costanza Torricelli e Cristina Zucchetti.

Verrà inoltre costituito un comitato esecutivo composto da sei amministratori, tra cui l’amministratore delegato, il vice-presidente vicario e i due vice presidenti. Il primo presidente dell’esecutivo sarà Pier Francesco Saviotti. Il collegio sindacale sarà composto da cinque sindaci effettivi e tre supplenti: Marcello Priori, che assumerà la carica di presidente, Gabriele Camillo Erba, Maria Luisa Mosconi, Claudia Rossi, Alfonso Sonato, sindaci effettivi. Come supplenti: Chiara Benciolini, Marco Bronzato, Ezio Simonelli. L’organigramma prevede infine come direttore generale Maurizio Faroni e condirettori generali Domenico De Angelis e Salvatore Poloni. L’incarico di revisione legale dei conti della nuova capogruppo verrà conferito a PricewaterhouseCoopers.