Blitz quotidiano
powered by aruba

Canone Rai, ecco come non pagarlo con l’autocertificazione

ROMA – Il canone Rai arriva in bolletta da luglio 2016 e per chi non ha la televisione sarà possibile presentare una autocertificazione per non pagarlo. I contribuenti potranno presentare un modello messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate per non pagare la maxi rata da 60 euro che sarà inclusa automaticamente in tutte le bollette dell’elettricità. L’autocertificazione è una dichiarazione sostitutiva per non pagare il canone Rai, ma se dalle verifiche si scoprirà non veritiera ci saranno delle sanzioni, anche penali, come previsto dalla legge di stabilità del 2016.

Il quotidiano Il Messaggero spiega che il modello, disponibile online a questo sito,

“potrà essere presentato anche per segnalare che il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata a un altro componente della stessa famiglia anagrafica, del quale deve essere indicato il codice fiscale. E’ il caso, ad esempio, di due soggetti che fanno parte della stessa famiglia anagrafica, ma titolari di utenze elettriche separate”. La dichiarazione sostitutiva, inoltre, “potrà essere resa dall’erede in relazione all’utenza elettrica transitoriamente intestata a un soggetto deceduto”.

Sandra Riccio sul Secolo XIX spiega che dopo la maxi rata di luglio 2016 il canone Rai sarà addebbitato in mini rate da 10 euro al mese tra gennaio e ottobre 2017, ma i contribuenti possono chiedere l’esenzione:

“E’ esente dal pagamento del canone Rai chi non ha in casa un apparecchio Tv. Inoltre è esente chi ha un reddito familiare di massimo 8.000 euro lordi e ha più di 75 anni (per informazioni è possibile chiamare il numero verde gratuito 800.93.83.62). Non pagano neanche le seconde case, né gli studenti o lavoratori fuori sede che però hanno ancora la residenza presso i propri genitori o nel nucleo familiare principale. Il canone segue la residenza.

Come si fa a non pagare

L’esenzione non è automatica. Occorre comunicarla all’Agenzie delle Entrate (dal 4 aprile in poi). Su questo punto sono appena uscite le indicazioni tecniche ufficiali sul come fare: sui siti dell’Agenzia delle Entrate e della Rai, è disponibile il modello con cui i titolari di un contratto di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale possono certificare di non possedere un apparecchio televisivo.

Il modello di autocertificazione per evitare il pagamento del canone Rai potrà essere utilizzato sia da chi non possiede la tv sia da chi intende segnalare che il canone per il nucleo familiare è già intestato ad un soggetto diverso dall’intestatario della bolletta elettrica. Il modello si potrà inviare direttamente on line dal prossimo 4 aprile, oppure rivolgendosi ad un Caf o per posta. In ogni caso per evitare il canone 2016 deve essere inoltrato per raccomandata entro il 30 aprile, o per via telematica entro il 10 maggio. Le false dichiarazioni, come è chiarito sullo stesso modello, comportano sanzioni civili e penali. Qui puoi scaricare il modello per l’autocertificazione”.


PER SAPERNE DI PIU'