Blitz quotidiano
powered by aruba

Carige, Vittorio Malacalza: “Tagli al personale? Solo se funzionali al progetto industriale”

GENOVA – “Tagli al personale in Carige? Sono l’ultima istanza, li faremo solo se saranno funzionali  ad un progetto industriale”. A dirlo, intervenendo al Festival della Comunicazione di Camogli (Genova), è Vittorio Malacalza, azionista di maggioranza della banca genovese, che ha commentato così le affermazioni del presidente del Consiglio. Matteo Renzi, secondo il quale le banche dovrebbero “asciugarsi”.

“La riduzione del personale quando parliamo di riduzione dei costi è l’ultima delle istanze. Ma se sarà funzionale a un progetto industriale lo faremo, ma attualmente è l’ultima delle cose a cui pensiamo”, ha detto Malacalza, secondo quanto riferisce il Secolo XIX.

Il banchiere ha anche liquidato la possibilità di un aumento di capitale per consolidare l’istituto: “Oggi non è necessario nessun aumento di capitale. Io non sono contrario agli aumenti di capitale se necessari, ma altrimenti sono dannosi. Al momento non c’è nessuna necessità. Da imprenditore sono famoso per aver sempre voluto gli aumenti di capitale, ma in Carige oggi non servono”.

E poi sulla governance: “La governance di Banca Carige è tutta da fare: abbiamo messo a posto il vertice della banca e il board, ma stiamo lavorando fortemente sulla governance. Se non hai risorse efficienti e persone capaci non vai da nessuna parte. Ghizzoni? È un mio amico ma certamente non entra in Carige”, ha detto ancora il vicepresidente della banca genovese commentando le voci che vorrebbero un ingresso dell’ex amministratore delegato di Unicredit Federico Ghizzoni nell’istituto ligure.


PER SAPERNE DI PIU'