Economia

Cartelle tasse rottamazione un successo: verso 1 mln. Sconti da 25 a 43%

Cartelle tasse rottamazione un successo: verso 1 mln. Sconti da 25 a 43%

Cartelle tasse rottamazione un successo: verso 1 mln. Sconti da 25 a 43% (foto Ansa)

ROMA – Cartelle esattoriali, cartelle da pagare, debiti con il Fisco o altre Amministrazioni Pubbliche arrivati a casa o in azienda o a negozio o a bottega sotto forma appunto di cartella esattoriale, quella busta, talvolta bianca talvolta verde, che intima il pagamento. Su tutte le cartelle esattoriali emesse dal 2000 al 2016, se si chiede appunto la cosiddetta rottamazione, si può avere uno sconto sulla somma da pagare che va dal 25 per cento fino al 43 per cento.

Lo sconto è il risultato dell’abolizione degli interessi di mora e delle sanzioni sulla somma dovuta. Insomma il contribuente chiede la partita e la pratica con il creditore pubblico pagando di fatto solo la somma dovuta e non le “penali”. Più vecchia è la pendenza e ovviamente più si risparmia in mancate sanzioni.

Si chiama, l’hanno chiamata rottamazione ed è un successo. Sono stati già più di seicentomila i contribuenti che hanno chiesto di aderire e il termine per fare richiesta è stato allungato al 21 aprile. Possibile che alla fine sia un milione il numero dei contribuenti che rottameranno il loro debito. Si ipotizza un incasso per l’erario di circa quattro miliardi di euro.

Se la risposta dell’Amministrazione è positiva rispetto alla richiesta del contribuente (la si può fare via email, posta elettronica oltre che agli sportelli Equitalia) è questi a decidere come paga. Tutto insieme oppure in due/cinque rate. In caso di rate si paga la prima (il 70 per cento del dovuto) entro il 2017 e il resto entro il 2018. Se si paga tutto insieme si paga entro luglio 2017.

To Top