Economia

Condomini, aumentano i morosi del 25%, non paga più nessuno

Condomini, aumentano i morosi del 25%, non paga più nessuno

ROMA – Condomini, aumentano i morosi del 25%, non paga più nessuno. Nelle grandi città nel 2016 è aumentato il tasso di morosità nel pagamento delle quote condominiali di una percentuale che oscilla tra il 20 e il 25%. In termini assoluti un incremento annuale davvero enorme. Tanto più considerando le nuove norme che regolano la gestione dei condomini che vincolano l’amministratore alla corretta gestione contabile. In media la quota di morosità per nucleo familiare è di 1250 euro.

Per il presidente di Confabitare Alberto Zanni, intervistato dal Sole 24 Ore, sono dati allarmanti: “Con l’entrata in vigore, il 18 giugno 2013, della nuova legge di riforma del condominio, l’amministratore di condominio è obbligato a rientrare dei mancati incassi emettendo un decreto ingiuntivo nei confronti dei condomini morosi, non appesantendo quindi di ulteriori spese gli altri condomini, come avveniva in precedenza”.

In testa alla classifica troviamo Bologna con un + 33,8 % poi Roma con + 33% , seguita da Napoli con + 32,7%, Torino +31,8 %, Milano + 30%, Catania + 29,6%,Firenze +28%, Genova + 26,5%, Cagliari + 24,8%, Palermo e Bari registrano rispettivamente un + 23,7% e un + 22,6%, a seguire Padova con + 21,3% e in fondo alla graduatoria Venezia un +19%. (Saverio Fossati, Il Sole 24 Ore)

 

 

To Top