Economia

Contratti a distanza, maxi multa da 9 mln di euro a Telecom, Wind, Vodafone, Fastweb e Tiscali

Contratti a distanza, maxi multa da 9 mln di euro a Telecom, Wind, Vodafone, Fastweb e Tiscali

Contratti a distanza, maxi multa da 9 mln di euro a Telecom, Wind, Vodafone, Fastweb e Tiscali

MILANO – Una maxi multa da 9 milioni di euro è stata inflitta dall’Antitrust alle 5 principali compagnie telefoniche per i contratti a distanza. A finire nel mirino dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sono Telecom, Vodafone, Wind, Fastweb e Tiscali, accusate di aver adottato condotte illecite in violazione delle norme del codice del consumo di recepimento della consumer rights, nell’ambito della commercializzazione a distanza, online o al telefono, o fuori dei locali commerciali di servizi di telefonia fissa e/o mobile.

I casi riguardano principalmente la prassi seguita dagli operatori del settore di dare inizio all’esecuzione del contratto, viene spiegato, procedendo all’avvio del processo di attivazione della linea e/o di migrazione da altro operatore, durante la pendenza del termine di 14 giorni previsto per esercitare il diritto di recesso (il cosiddetto periodo di ripensamento) senza acquisire un’espressa richiesta in tal senso da parte del consumatore.

Il codice del consumo, diversamente, prevede che l’esecuzione del contratto durante il periodo di recesso sia sottratta alla sfera decisionale delle aziende, disciplinandola come una opzione rimessa alla decisione del solo consumatore che, qualora interessato, dovrà farne espressa richiesta, senza che la conclusione del contratto possa in alcun modo essere condizionata dall’assenza di tale volontà.

To Top