Economia

Ddl concorrenza, Rc auto: torna il tacito rinnovo. Tutte le misure

Ddl concorrenza, Rc auto: torna il tacito rinnovo. Tutte le misure

Ddl concorrenza, Rc auto: torna il tacito rinnovo. Tutte le misure

ROMA – Dopo oltre due anni di discussioni in Parlamento, il disegno di legge sulla concorrenza è stato approvato dal Senato in quarta lettura. Con 146 voti favorevoli e 113 contrari, Palazzo Madama ha detto sì al ddl approvato dal Governo nell’aprile del 2015.

Le ultime novità approvate dalla Camera a fine giugno riguardano vari capitoli: sull’energia si prevede la fine dell’obbligo di passare al mercato di salvaguardia per quei consumatori che al 1° luglio 2019 non avranno ancora scelto il proprio fornitore. La modifica sul telemarketing sopprime un comma con cui venivano stabilite alcune caratteristiche necessarie delle telefonate non sollecitate dagli stessi clienti.

RC AUTO: TORNA IL TACITO RINNOVO – Un emendamento approvato in Commissione attività produttive reintroduce il meccanismo del tacito rinnovo delle polizze in scadenza del ramo danni. Previsti sconti per i clienti che installano la scatola nera, accettano di sottoporre il veicolo a ispezione o di collocare un dispositivo che impedisce alla persona di accendere il motore se ha bevuto troppo. Tariffe più basse anche per gli automobilisti “virtuosi” che non causano incidenti da 4 anni e risiedono nelle aree a più alta sinistrosità e con prezzi medi maggiori. Nel caso di mancato sconto sono previste sanzioni amministrative per le assicurazioni da 5.000 euro a 40.000 euro.

STOP A MERCATO TUTELATO ENERGIA E MONOPOLIO POSTE – La fine del mercato tutelato dell’energia elettrica e del gas slitta dal primo gennaio al primo luglio 2019. Un altro stop va al monopolio di Poste sull’invio di multe e notifiche, previsto per settembre 2017. Arriva poi la possibilità di rateizzare le maxi-bollette causate da ritardi o disguidi dovuti al fornitore del servizio.

ODONTOIATRI – Ogni società deve avere un direttore sanitario iscritto all’albo degli odontoiatri. Possono operare solo coloro che sono in possesso di titoli abilitanti.

RECESSO DI CONTRATTO TELEFONICO – I clienti dovranno essere informati in partenza dei costi in caso di cambio operatore per il telefono o l’abbonamento tv. Le operazioni di cambio di operatore e di recesso da un contratto potranno essere fatte anche per via telematica. Il contratto non potrà essere superiore ai 24 mesi. Semplificate le procedure di migrazione tra operatori di telefonia mobile.

NESSUNA MODIFICA A SOCIETA’ INGEGNERI E AVVOCATI – Le prime restano fuori dal controllo dell’Ordine, le seconde continuano a dover avere fra i soci, per almeno due terzi del capitale sociale, avvocati iscritti all’albo.

NOTAIO NECESSARIO ANCHE PER SRL SEMPLIFICATE – Per costituire srl semplificate servirà l’intervento del notaio. Non è passata la possibilità di farlo solo mediante scrittura privata.

FARMACIE – Le società di capitale potranno controllare le farmacie, ma dovranno rispettare un tetto del 20% su base regionale. I farmaci di Fascia C continuano a essere venduti solo in farmacia.

BOOKING – La norma “Booking” vieta il “parity rate”. Gli albergatori potranno praticare prezzi e condizioni migliori rispetto a quelli offerti anche online.

 

To Top