Blitz quotidiano
powered by aruba

Equitalia addio: multe auto rottamate o no?

ROMA – Equitalia addio: multe auto rottamate o no? Questione aperta quella delle multe per violazione del codice della strada: saranno rottamate insieme a Equitalia e a tutte le cartelle (cioè saranno eliminate sanzioni e interessi), oppure no, visto che il riscossore agisce per conto dei Comuni che spesso, fra l’altro si affida a soggetti diversi da Equitalia?

Si tratta di un nodo politico prima che tecnico, che sarà sciolto nelle prossime ore. Nodo che il ministro dell’Economia Padoan ha ben presente: “Il problema è non invadere l’autonomia impositiva dei Comuni”, ha dichiarato a ‘di Martedì’, il programma di La7, spiegando perché sulla rottamazione delle multe auto il governo stia facendo approfondimenti. “Non possiamo di imperio” rottamare le cartelle dei Comuni, ha aggiunto.

Nel caso delle multe al Codice della strada a vantare i crediti sono i Comuni che scelgono liberamente se utilizzare i servizi di Equitalia o procedere autonomamente alla riscossione. Inserire o meno anche le multe tra le cartelle che possono essere “scontate” è dunque un a questione politica perché se il governo dovesse decidere di intervenire solo su quelle inviate da Equitalia, i comuni che hanno deciso per il fai-da-te non avrebbero nessun obbligo di tagliare sanzioni e interessi, mentre gli altri si vedrebbero ridotte le entrate “d’autorità”. (Antonella Donati, La Repubblica)

Padoan conferma che ci saranno anche i contributi Inps e per la mancata Iva versata aggiunge “probabilmente si’ ma c’è una questione europea. L’Iva è sottoposta al regime europeo”. Sul numero delle rate aggiunge che ci sono “varie opzioni: non è un’operazione che vale per ora ma è un cambiamento dei meccanismi di riscossione che ridurrà gli incentivi a restare in arretrato. Ci sono varie ipotesi sulle rate”.