Economia

Incidenti stradali: 668mila “combinati” per fregare assicurazioni (su 3 mln)

Incidenti stradali: 668mila "combinati" per fregare assicurazioni (su 3 mln)

Incidenti stradali: 668mila “combinati” per fregare assicurazioni (su 3 mln)

ROMA – Incidenti stradali più o meno gravi, anzi soprattutto quelli per niente gravi: tra questi si trovano i 668 mila “sinistri” col trucco. Cioè combinati, inventati, recitati, messi in scena per prendersi i soldi del rimborso danni  a carico delle assicurazioni.

Gli incidenti stradali combinati per fregare le assicurazioni sono circa il 23 per cento del totale (tre milioni) nel 2016. In crescita di 70 mila rispetto al 2015. In maxi crescita rispetto al non lontano 2012, quando erano “solo” 400 mila. La “stangatina” alle assicurazioni evidentemente “tira”.

Neanche a dirlo c’è Italia e Italia. In Val D’Aosta sceneggiare un sinistro stradale, un tamponamento, una strusciatina, non sanno neanche cosa sia e il numero degli incidenti col trucco è bassissimo, formiche bianche…In Campania su 265 mila incidenti nel 2.016 col trucco risultano 115 mila, poco meno della metà. In Campania è una tradizione.

Questa la relazione annuale dell’Ivass, insomma le compagnie di assicurazione che molto lamentano e molto piangono sui sovra costi da incidenti inventati. Nella relazione però non c’è scritto che le tariffe Rca in Italia restano le più alte d’Europa (150 euro a polizza in media) e che quindi le Assicurazioni assicurano per questa via se stesse dai danni da furbetti e furboni dell’incidentino.

A loro volta milioni di proprietari di automobili in maniera criminale assicurano se stessi dal caro polizza circolando senza assicurazione e/o con assicurazioni finte. Si calcola siano almeno il 10 per cento delle auto o moto o mezzi di qualunque natura a girare senza Rca. Avere un incidente, vero, con uno di questi mezzi senza assicurazione può risultare autentica sciagura per chi ha questa mala sorte: nessuno risarcisce danni e soprattutto costi di eventuali spese mediche.

Riassumendo, almeno due milioni di italiani ogni anno si organizzano per mettere in scena un incidente stradale finto, le compagnie di assicurazione tengono alte le tariffe della Rca monetizzando la non correttezza di molti italiani e magari “arrotondando” un po’ a loro vantaggio, milioni di automobilisti o su due ruote girano illegalmente e pericolosamente senza assicurazione minacciando di fatto il prossimo in strada. Un bell’andare, non c’è che dire.

To Top