Economia

Lavori ben pagati? A Londra elettricisti 3mila sterline a settimana, idraulici 2mila, muratori 1.100

Lavori ben pagati? A Londra elettricisti 3mila sterline, idraulici 2mila, muratori 1.100

Lavori ben pagati? A Londra elettricisti 3mila sterline, idraulici 2mila, muratori 1.100

LONDRA – Nel Regno Unito, gli elettricisti guadagnano più di 3.000 sterline a settimana in contanti, per una carenza cronica di lavoratori specializzati in tutto il Paese. La cifra, in un anno, raggiunge le 156.000 sterline, circa volte il salario medio e più delle 150.000 sterline che riceve il Primo Ministro.

Anche idraulici e muratori beneficiano della situazione, con entrate che sono aumentate di più del 10% nell’ultimo anno. Gli idraulici possono guadagnare fino a 2.000 sterline a settimana, mentre i muratori possono portare a casa 1.125 sterline, ossia più di 50.000 sterline all’anno.

L’ottima retribuzione è stata rivelata dalla società d’assunzione Manpower ed è data dall’aumento di domanda di nuove case in tutto il Paese, in un momento in cui c’è scarsa disponibilità di lavoratori specializzati, scrive il MailOnline.

L’amministratore delegato James Hick ha detto che molti artigiani ora sono pagati “molto bene”, le cifre mostrano che alcuni elettricisti portano a casa 3.000 sterline. “Londra e il sud est hanno il tasso più elevato, ma il dato riguarda comunque tutto il Paese”.

Manpower ha anche rivelato che gli agenti della sicurezza antincendio possono guadagnare fino a 1.600 sterline a settimana, visto che i proprietari di casa, sull’onda della tragedia alla Grenfell Tower, richiedono importanti lavori di manutenzione.

“Collaudi e riparazioni urgenti sono stati eseguiti in tutto il Paese, su gran parte degli alloggi pubblici della Gran Bretagna, ha affermato Hick. Lo stato delle abitazioni è sotto il microscopio come mai era accaduto e la necessità sia di lavori di costruzione che di riparazione hanno aumentato la domanda nel settore edilizio”.

Un report della Federation of Master Builders (FMB) mostra quanto stiano incassando i muratori.
Più della metà delle piccole e medie imprese di costruzione afferma che il compenso che pagano ai muratori è aumentato almeno del 5% nell’ultimo anno.

Brian Berry, direttore esecutivo dell’FMB, ha dichiarato che a causa della crisi finanziaria, l’industria è stata a corto di personale: ci sono stati parecchi licenziamenti, fermate le assunzioni, i lavoratori anziani sono andati in pensione.

“Nel corso della recessione, l’industria ha perso tre generazioni di persone capaci. Da quando il mercato, nel 2013 e nel 2014, ha avuto una ripresa, ci sono state difficoltà a fare assunzioni per mestieri fondamentali e ciò sta portando ad aumenti salariali molto significativi in alcune aree. I muratori a Londra possono guadagnare fino a 1.000 sterline settimanali”. Ha aggiunto che per i costruttori britannici è tempo di espansione, “i dati suggeriscono che questo, dal 2005, per l’assunzione potrebbe essere il quarto trimestre migliore”.

To Top