Blitz quotidiano
powered by aruba

Manovra, Ape social: tetto reddito autonomi cala a 4.800 euro

ROMA – Via libera dell’Aula della Camera alla fiducia chiesta dal governo sulla legge di Bilancio. I sì sono stati 348, contrari 144. l voto finale è previsto per lunedì pomeriggio. Il testo
passerà poi all’esame del Senato. Tra gli emendamenti approvati oggi, venerdì 25 novembre, in commissione Bilancio, il dimezzamento della soglia di reddito da lavoro autonomo compatibile con l’Anticipo pensionistico social. Cala, infatti, da 8.000 a 4.800 euro la soglia di reddito da lavoro autonomo compatibile con lApe social. Lo prevede un emendamento del Pd approvato dalla commissione Bilancio.

Il testo di partenza della manovra prevedeva per gli autonomi e per i lavoratori dipendenti o parasubordinati la stessa soglia di reddito (8.000 euro annui).

Per quanto riguarda l’anticipo pensionistico, un’altra modifica prevede che il termine per l’esercizio del diritto di recesso dal contratto sia ridotto a 14 giorni rispetto ai 30 giorni previsti dalla normativa vigente per i contratti a distanza aventi per oggetto le assicurazioni sulla vita e schemi pensionistici individuali.

Inoltre si stabilisce che l’Ape costituisce sempre una forma di credito al consumo anche al di sopra del limite di importo di 75.000 euro. Infine, con riferimento alla possibilità di integrazione del montante contributivo del lavoratore da parte del datore di lavoro, si prevede che che si applichino le disposizioni sanzionatorie e di riscossione previste dalla normativa vigente per i contributi previdenziali obbligatori.


TAG: ,