Blitz quotidiano
powered by aruba

Manovra: pensioni, canone Rai, bonus mamme, ecobonus…tutte le novità

ROMA – La manovra arriva al Quirinale in una versione più light rispetto alle prime bozze circolate. Il testo che l’Ansa forniesce, bollinato dalla Ragioneria Generale dello Stato, si ‘asciuga’ e nei vari passaggi ‘perde’ 18 articoli passando da 122 a 104. Si confermano comunque i ‘grandi’ capitoli: dall’anticipo delle pensioni agli interventi per migranti e terremoto. Arrivano anche nuovi dettagli: dalla gara per il Superenalotto alla lotteria degli scontrini. Ora, dopo il vaglio degli uffici del Quirinale, la manovra approderà alla Camera per essere assegnata alla commissione Bilancio che dalla prossima settimana inizierà le audizioni.

Ecco in sintesi le misure principali:

ARRIVANO QUASI 2 MLD FONDO INVESTIMENTI-SVILUPPO: nasce il nuovo fondo (1,9 miliardi nel 2017) per interventi che vanno dalla viabilità al dissesto idrogeologico all’edilizia pubblica, scuole comprese, alla prevenzione del rischio sismico.

DA VOLUNTARY BIS 1,6 MLD O TAGLI SPESA: confermati gli incassi attesi per il 2017 dall’emersione dei capitali. Cambia la clausola di salvaguardia: se gli incassi non arrivano saranno coperti con tagli di spesa e non con aumenti di accise.

DA 2018 LOTTERIA DEGLI SCONTRINI: dal 2018 si potrà partecipare all’estrazione di premi con uno scontrino ‘parlante’ – con il codice fiscale del cliente – emesso da chi trasmette alle Entrate i dati per via telematica. La misura rientra in quelle per la lotta all’evasione.

SCUOLE PARITARIE: Il contributo per le scuole paritarie, che accolgono alunni con disabilità, è fissato a 24,4 milioni di euro annui. Alle materne paritarie vanno 25 milioni.

GARA SUPERENALOTTO: anticipata la gara del Superenalotto, base d’asta 100 milioni. Confermata anche il riordino del sistema delle concessioni in scadenza delle frequenze

BONUS MAMME E ASILI: Dal primo gennaio 2017 è riconosciuto un bonus di 800 euro alla futura mamma. E mille euro all’anno sono previsti per pagare il nido per i nati dal primo gennaio 2016. Proroga di un anno per il congedo obbligatorio per i papà.

SISMABONUS: Il bonus casa previsto fino alla fine del 2016 viene esteso fino al 2021 per le zone sismiche nella misura del 50%. La detrazione sale al 70% nel caso gli interventi determinino il passaggio ad una classe di rischio sismico inferiore e all’80% se il passaggio è a due classi inferiori. Previsti fino a 600 milioni nel 2017 per la ricostruzione.

ECOBONUS: L’ecobonus viene rinnovato per tutto il 2017 mentre per i condomini si arriva fino al 2021. Per i condomini è prevista una detrazione al 70% per l’involucro dell’edificio e al 75% per le spese per le parti comuni. Gli alberghi, gli agriturismi e le strutture ricettive avranno un credito d’imposta del 50% per i lavori di ristrutturazione

MOBILI ED ELETTRODOMESTICI: Chi usufruisce del bonus ristrutturazioni potrà usufruire l’anno prossimo anche del bonus mobili ed elettrodomestici al 50%. Limite di spesa a 10.000 euro

SUPER E IPERAMMORTAMENTO: Per le imprese si conferma il superammortamento (al 150%) per gli acquisti entro fine 2017 o entro settembre 2018 se l’ordine è accettato entro fine anno e si è già pagato almeno il 20%, esclusi i mezzi di trasporto, e l’iperammortamento (al 250%) per l’acquisto di beni per la trasformazione tecnologica e digitale in chiave Industria 4.0. Sale al 50% il credito d’imposta per ricerca e sviluppo (con un tetto che passa da 5 a 20 milioni) ed è esteso fino al 2020.

PMI,DA IRI A TASSE ‘PER CASSA’: a partire dal 2017 arriva l’Iri per le Pmi e ai contribuenti in contabilità semplificata sarà applicato il regime ‘per cassa’ per la determinazione dei ricavi, su cui pagare le imposte. Estese e rafforzate le agevolazioni per gli investimenti in start up e Pmi innovative

SEI MESI IN PIU’ PER SCONTO ACQUISTI ALL’ASTA: l’imposta di registro per gli immobili acquistati all’asta (e rivenduti entro 5 anni, non più due) resta ferma a 200 euro fino a giugno 2017

CANONE A 90 EURO: Il canone Rai per il 2017 scende a 90 euro.

STOP AUMENTO TASSE LOCALI ANCHE NEL 2017: Il blocco degli aumenti dei tributi e delle addizionali locali è prorogato per tutto il 2017. Salta l’incremento dell’addizionale comunale sui diritti di imbarco sugli aerei.

PENSIONI DA APE A NO TAX AREA A 14/MA: Arriva l’Ape, che si potrà richiedere con una pensione di almeno 700 euro. La durata minima dell’anticipo è di 6 mesi, il massimo confermato in 3 anni e 7 mesi. Confermato l’aumento della no tax area e della quattordicesima per le minime.

APE SOCIAL, DA INFERMIERI A CAMIONISTI: l’anticipo senza costi potrà essere richiesto da disoccupati che abbiano esaurito gli altri ammortizzatori da almeno 3 mesi, da chi assiste coniugi o parenti di primo grado disabili, da chi ha una disabilità almeno al 74%, da 11 categorie di lavori pesanti. Oltre a maestre d’asilo e edili, infermieri e ostetriche potranno richiederlo anche conciatori, conduttori di gru, ferrovieri, camionisti, addetti all’assistenza dei non autosufficienti, alle pulizie, operatori ecologici e facchini.

OTTAVA SALVAGUARDIA ESODATI: Arriva con la legge di bilancio l’ottava salvaguardia per altri 27.700 esodati.

SLITTA AUMENTO IVA, MA DA 2018 SU AL 25%: Niente aumento dell’Iva del 10 e del 22% nel 2017. Le aliquote sono destinate a salire a partire dal 2018 (dal 10% al 13% e dal 22% al 25%).

FONDO SANITA’ A 113 MILIARDI: Il Fondo sanitario nazionale sale di due miliardi a quota 113 nel 2017

PRODUTTIVITA’: Aumentano gli sgravi per i premi di produttività. La tassazione agevolata al 10% sarà applicata a importi fino a 3.000 euro, soglia che sale a 4.000 euro nel caso di aziende che coinvolgono pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro.

NASCE IL FONDO AFRICA: si tratta di un fondo ad hoc per rilanciare il dialogo con i Paesi africani. Il finanziamento è di 200 milioni ed è previsto solo per il 2017.