Economia

Parigi città migliore al mondo per studiare. Tra le prime 50 solo Milano

la sorbonne

Parigi, La Sorbonne

ROMA – Parigi è la migliore cittá al mondo dove studiare, secondo il QS World University Rankings. Milano è l’unica città italiana tra prime 50: si piazza al 21° posto, dopo Honk Kong, prima di Brisbane (Australia). Seconda è Londra, segno che nonostante la crisi, il declino sempre annunciato del vecchio continente, l’Europa è tuttora in grado di catalizzare i desideri e le speranze dei giovani provenienti da ogni angolo del pianeta. Terza è Boston, quarta Melbourne, quinta Vienna. Tra le capitali europee inserite nella top ten anche Zurigo, Berlino e Dublino.

La classifica stilata dal QS World University Ranking tiene conto di 12 criteri per misurare la qualità della scelta, non circoscritta al solo valore, prestigio e numero degli atenei. Contano la qualità della vita (secondo l’indice Mercer), l’accessibilità urbana,  la reputazione degli atenei tra i datori di lavoro nazionali e internazionali, fino al costo della retta annuale. In questo senso Milano offre grandi attrattive: sia per la reputazione delle proprie università, giudicate da recruiters italiani e internazionali. Poi i quattro atenei presenti nel QS World University Rankings, Statale, Politecnico, Cattolica e Bocconi, garantiscono un’eccellenza accademica riconosciuta dai datori di lavoro in tutto il mondo.

Tornando a Parigi: attualmente uno studente su 10 è straniero, su una enorme popolazione studentesca, circa 1,79 milioni di persone. Per chi desidera studiare in Francia ci sono università come La Sorbonne, l’Ecole Polytechnique, l’Ecole Normale e l’Universitè Pierre et Marie Curie, famose in tutto il mondo per la loro tradizione. Dopo la riforma universitaria del 2002 è stato adottato il sistema 3+2, che viene chiamata  modello LMD -Licence, Master, Doctorat . Se si desidera studiare in Francia in una università privata o Grande Ecole si devono superare i concorsi d’ammissione ai vari corsi di laurea. Gli studenti possono frequentare delle classi preparatorie – CPGE, Classes Preparatoires aux Grandes Ecole – che durano due anni.

L’anno accademico in Francia inizia il 1° ottobre e finisce il 30 giugno. L’iscrizione può essere effettuata nel semestre che precede l’inizio delle lezioni. In alcune università e facoltà come Medicina che sono a numero chiuso sono previsti esami e concorsi. Per gli studenti stranieri che intendono studiare in Francia sono sempre disponibili uffici a loro dedicati per fornire informazioni di vario genere dai corsi agli alloggi alle borse di studio.

 

 

To Top