Economia

Pecorino sardo, patto fra i pastori e Briatore: sarà nei menù di tutto il mondo

Pecorino, patto fra i pastori e Briatore: sarà nei menù di tutto il mondo

Pecorino, patto fra i pastori e Briatore: sarà nei menù di tutto il mondo

CAGLIARI – Da qualche giorno i 5 pecorini sardi scelti a dicembre a Bitti sono arrivati nei punti vendita e nei ristoranti di Oscar Farinetti, le catene Eataly, e dai ristoranti Cipriani, da New York a Londra passando per Dubai, Singapore, Montecarlo, Venezia, Milano, Torino e Roma.

Come racconta La Nuova Sardegna, prende sempre più forma il progetto lanciato da Flavio Briatore con un gruppo di 14 pastori del centro Sardegna insieme a Farinetti, tutti insieme impegnati a rilanciare il settore caseario sardo attraverso nuove produzioni da commercializzare nel mondo, proprio attraverso la catena di ristoranti del noto imprenditore.

San raffaele

Dopo l’invio delle prime forme fuori dalla Sardegna e oltreoceano, aumenta l’attesa per il secondo appuntamento: il battesimo del nuovo marchio e dei prodotti che dovrebbe tenersi il 16 maggio a Milano, nello store di Farinetti.

Oltre ai responsabili sardi del progetto, a Briatore, Farinetti e Cipriani, parteciperanno anche esponenti di Slow Food, Gambero Rosso e giornalisti della stampa specializzata. L’altra novità è la nascita della società “Mama e oro” con le 14 aziende casearie impegnate nel progetto che commercializzano latte a più di 100 aziende. Produttori e trasformatori che consegnano anche il prodotto pronto alla commercializzazione, compresa l’etichettatura con i bollini della Comunità europea.

To Top