Economia

Pecorino sardo, patto fra i pastori e Briatore: sarà nei menù di tutto il mondo

Pecorino, patto fra i pastori e Briatore: sarà nei menù di tutto il mondo

Pecorino, patto fra i pastori e Briatore: sarà nei menù di tutto il mondo

CAGLIARI – Da qualche giorno i 5 pecorini sardi scelti a dicembre a Bitti sono arrivati nei punti vendita e nei ristoranti di Oscar Farinetti, le catene Eataly, e dai ristoranti Cipriani, da New York a Londra passando per Dubai, Singapore, Montecarlo, Venezia, Milano, Torino e Roma.

Come racconta La Nuova Sardegna, prende sempre più forma il progetto lanciato da Flavio Briatore con un gruppo di 14 pastori del centro Sardegna insieme a Farinetti, tutti insieme impegnati a rilanciare il settore caseario sardo attraverso nuove produzioni da commercializzare nel mondo, proprio attraverso la catena di ristoranti del noto imprenditore.

Dopo l’invio delle prime forme fuori dalla Sardegna e oltreoceano, aumenta l’attesa per il secondo appuntamento: il battesimo del nuovo marchio e dei prodotti che dovrebbe tenersi il 16 maggio a Milano, nello store di Farinetti.

Oltre ai responsabili sardi del progetto, a Briatore, Farinetti e Cipriani, parteciperanno anche esponenti di Slow Food, Gambero Rosso e giornalisti della stampa specializzata. L’altra novità è la nascita della società “Mama e oro” con le 14 aziende casearie impegnate nel progetto che commercializzano latte a più di 100 aziende. Produttori e trasformatori che consegnano anche il prodotto pronto alla commercializzazione, compresa l’etichettatura con i bollini della Comunità europea.

To Top