Blitz quotidiano
powered by aruba

Pensioni anticipo: ricongiunzioni gratuite e bonus per i precoci

ROMA – Pensioni anticipo: ricongiunzioni gratuite e bonus per i precoci. Come debutterà Ape (anticipo pensionistico), lo strumento che rende operativa la cosiddetta flessibilità in uscita e al centro del confronto governo-sindacati?

Premettendo una certa apertura sindacale ai provvedimenti studiati dall’esecutivo (con diversi gradi di apprezzamento, per esempio Camusso, Cgil, è più prudente), considerando la norma che contempla il prestito-ponte bancario,  possiamo dire (con Il Sole 24 Ore) che ad Ape saranno accompagnate le seguenti modalità e agevolazioni:

– congiunzioni gratuite per tutti anche per andare in pensione anticipata;

– riconoscimento di un bonus contributivo di 4 o 6 mesi l’anno per i lavoratori “precoci”;

– cancellazione delle “finestre” e degli altri vincoli normativi che ostacolano l’accesso al pensionamento anticipato ai lavoratori usuranti.

Il confronto tra governo e sindacati sulle pensioni “sta procedendo bene perché stiamo entrando nei contenuti e quando il dialogo si sviluppa sul dettaglio degli interventi è sempre uno scambio proficuo”. A dirlo è il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Tommaso Nannicini, a margine di un incontro alla Uil.

“Siamo in una fase molto positiva perché stiamo approfondendo, da qui alla Stabilità, degli interventi che risolveranno alcuni problemi sociali, in campo previdenziale particolarmente urgenti”, ha aggiunto Nannicini, sottolineando che è “ancora presto per dire quali interventi ci saranno nella Stabilità”, anche se “di sicuro ci sarà un pacchetto di misure in campo previdenziale”.

Il dialogo governo-sindacati sulle pensioni “continua, da qui a settembre si tratta di trovare un quadro complessivo più o meno condiviso”, ha concluso Nannicini.