Blitz quotidiano
powered by aruba

Produzione industriale dicembre debole, ma record auto 2015

Produzione industriale dicembre: -0,7% mese, -1% anno. Boom autoveicoli,: +42,5% produzione in 2015, rialzo record dall'inizio delle serie storiche

ROMA – La produzione industriale del settore autoveicoli cresce del 14,3% a dicembre e del 42,5% nella media del 2015. Così l’Istat. Quello dello scorso anno è l’aumento maggiore per l’auto mai rilevato dall’Istat dall’inizio delle serie storiche, nel 1990. Nonostante l’incremento da record, il livello dell’indice resta ancora inferiore a quello di prima della crisi (121,7 punti nel 2015 contro i 161,1 del 2007).

Produzione industriale dicembre -0,7% mese, -1% anno. Il calo tendenziale di dicembre è il primo da giugno 2015 e, secondo l’Istat, “sembra influenzato negativamente” dagli effetti del ponte dell’Immacolata (caduta il secondo martedì di dicembre) sui giorni effettivamente lavorati.

Gli indici corretti per gli effetti di calendario segnano, a dicembre 2015 sull’anno, un aumento nel comparto dell’energia (+0,4%) e diminuzioni in quelli dei beni intermedi (-2,6%), dei beni strumentali (-1,6%), e, in misura più lieve, dei beni di consumo (-0,1%).

Confcommercio, produzione industriale resta debole. La riduzione dell’indice della produzione industriale di dicembre, che segue quella di novembre, certifica le perduranti difficoltà del sistema economico ad avviarsi su un sentiero di crescita robusta. E’ il commento dell’Ufficio Studi Confcommercio ai dati diffusi oggi dall’Istat.

Nel corso del 2015 – continua la nota – la produzione industriale ha mostrato oscillazioni continue, incapace di trovare una direzione ben definita. Il contributo dei servizi, pure positivo, non sembra ancora in grado di generare una crescita tale da diffondersi a tutti i settori e tutti i territori. La strada per il 2016, un anno di vere e proprie sfide decisive per la crescita e l’aggiustamento dei conti pubblici, appare in salita.