Economia

Regione Lazio, bando Case Cantoniere: 7 progetti approvati, ecco le 11 da assegnare

Regione Lazio, bando Case Cantoniere: 7 progetti approvati, ecco le 11 da assegnare

Regione Lazio, bando Case Cantoniere: 7 progetti approvati, ecco le 11 da assegnare

ROMA – Trasformare le case cantoniere del Lazio in spazi di utilizzo culturale o sociale. Il bando per la concessione a canone agevolato di 18 Case Cantoniere è stato pubblicato dalla Regione Lazio nel 2016 e ora le prime assegnazioni sono arrivate il 28 febbraio 2017. Il progetto di riqualificazione dunque va avanti, ma solo 7 delle 18 case a disposizioni sono state assegnate ad associazioni ed enti, tanto che la Regione ha rilanciato la possibilità di inviare la domanda di assegnazione.

Sul sito della Regione è stata pubblicata la lista dei progetti considerati ammissibili dalla Commissione esaminatrice e Alessandra Sartore, Assessore al Bilancio, Demanio e Patrimonio, ha commentato:

“Con le nuove assegnazioni delle case cantoniere andiamo avanti con il percorso di riqualificazione del patrimonio immobiliare regionale che è di tutti i cittadini e che restituiamo alla collettività per servizi utili al territorio”.

Le Associazioni e gli Enti interessati possono consultare l’elenco delle undici case cantoniere ancora disponibili e presentare una richiesta di assegnazione secondo le nuove linee guida. Ecco la lista delle 7 case cantoniere già assegnate:

“Casa di accoglienza per giovani adulti inviati dal Centro di giustizia minorile, il progetto è stato presentato dall’associazione Fiore del Deserto. Casa cantoniera Roma, Via Claudia Braccianese km 9+500;

Ipogea, dal mondo sotterraneo al dialogo con la città, presentato dal Circolo speleologico romano per promuovere la ricerca e lo studio della speleologia. Casa cantoniera Roma, in via Tuscolana km11+000;

Progetto sociale di riabilitazione per minori e adulti con autismo o disabilità presentato da Alice Cooperativa Sociale. Casa cantoniera Montefiascone (Viterbo), Via Cassia km 94+600;

Progetto di integrazione sociale profughi in un’ottica di genere per l’accoglienza, la formazione linguistica e l’inserimento lavorativo di madri profughe con figli minor” presentato da Splendid Società Cooperativa.  Casa cantoniera Nepi -VT, Via Cassia km 43+297;

Punto di primo soccorso, con l’obbiettivo di trattare le emergenze sanitarie non gravi, i cosiddetti ‘codici bianchi’ presentato dall’associazione La Provvidenza. Casa cantoniera Aprilia (Latina), Via Nettunense km 26+600;

Centro operativo di protezione civile e di assistenza socio-sanitaria del Radio Soccorso di Anagni. Casa cantoniera Via Casilina km 62+270);

Creazione di un Centro polifunzionale – sociale che ospiterà la locale Associazione  Vigili del Fuoco in congedo e la Croce Rossa, il progetto è stato presentato dal Comune di San Donato Val di Comino. Casa cantoniera Via di Forca d’Acero km 29+000.

Le due case cantoniere presenti nel territorio di Rieti sono state rese disponibili per poter fronteggiare l’emergenza conseguente agli eventi sismici o per fini istituzionali e verranno assegnate con successivi provvedimenti”.

To Top