Blitz quotidiano
powered by aruba

Ryanair conferma voli a Pescara, per Alghero decisione rinviata

 

ROMA – Ryanair conferma i collegamenti con l’Abruzzo, con le tratte allo scalo di Pescara, dopo lo stop all’aumento della tassa di imbarco. Decisione rinviata, invece, per Alghero. Lo fa sapere il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, al termine dell’incontro a Roma con il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, l’amministratore delegato della compagnia irlandese, Michael O’Leary.

“Il lavoro fatto in cento giorni – dice D’Alfonso – ha portato risultati, non solo per l’Abruzzo ma anche per le altre regioni. Ryanair ha riconosciuto il nostro lavoro: la connettività aerea è confermata. Una parte della copertura finanziaria arriverà dalla Regione, e domani in Giunta promuoveremo un bando per la collocazione turistica dell’Abruzzo. Puntiamo a superare le 700mila presenze annuali e, in futuro, anche il milione. Da ora la partita prosegue in Europa, per costruire e superare tutti gli ostacoli”.

La compagnia aerea low cost nei mesi scorsi aveva annunciato l’abbandono delle proprie basi negli aeroporti di Pescara e Alghero, dopo un aumento di 2,5 euro delle tasse d’imbarco. Martedì 2 agosto, con l’approvazione del decreto legge enti locali, l’aumento di 2,5 euro è stato congelato fino a tutto il 2016.

O’Leary ha ringraziato “il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, personalmente coinvolto nella vicenda, e il ministro Delrio per l’ottimo lavoro fatto”. Delrio, ha detto ancora il manager, si è impegnato a rivedere le linee-guida: “Spero che potremo fare delle buone sorprese e presentare un piano di crescita di Ryanair in Italia”, ha concluso. E quanto ai voli per Alghero, ha lasciato la questione in sospeso: “Vediamo cosa succederà la prossima settimana. Siamo molto speranzosi, ma devono cambiare le linee guida”.