Economia

Ryanair. L’ad O’Leary, il duro, cede ai piloti: scuse e aumenti

ryanair-o'leary-piloti

Ryanair. L’ad O’Leary, il duro, cede ai piloti: scuse e aumenti

ROMA – Ryanair. L’ad O’Leary, il duro, cede ai piloti: scuse e aumenti. L’amministratore delegato di Ryanair, Michael O’Leary, ha inviato una lettera ai suoi 4.200 piloti offrendo aumenti di stipendio, bonus e migliori condizioni di lavoro e di prospettive di carriera. Lo scrive Bloomberg che ha visionato la lettera in cui il numero uno di Ryanair – per evitare una fuga in massa dalla compagnia aerea – promette aumenti di retribuzione fino a 10.000 euro e bonus fedeltà fino a 12.000 euro.

Le modifiche “trasformeranno le vostre prospettive di stipendio e carriera”, assicura O’Leary nella lettera invitando i piloti a “rimanere con Ryanair per un futuro più luminoso e migliore per te e la tua famiglia”.

Insieme agli aumenti O’Leary ha mandato anche le scuse a tutto il personale, promettendo una serie di migliorie nelle condizioni di lavoro ai suoi piloti. E’ quanto riporta il quotidiano belga La Libre Belgique, che ha ottenuto una copia della lettera. O’Leary attribuisce le cancellazioni dei voli a “un errore del management” e si scusa “per gli stravolgimenti che avete vissuto nei vostri calendari di ferie”. Nella lettera, il manager irlandese si impegna ad allineare i salari dei piloti a quelli dei concorrenti low cost Jet2 e Norwegian e a negoziare migliorie su giorni di malattia pagati, periodo di prova, congedo di maternità e altre voci contrattuali.

To Top