Economia

Sciopero Alitalia 5 aprile confermato. Garante: “E’ legittimo”

Sciopero Alitalia 5 aprile confermato. Garante: "E' legittimo"

Sciopero Alitalia 5 aprile confermato. Garante: “E’ legittimo”

ROMA – Lo sciopero di Alitalia del 5 aprile è stato confermato. L’Autorità di garanzia per gli scioperi ha esaminato la protesta indetta dalle varie sigle sindacali e ha sancito la legittimità dello sciopero del personale della compagnia aerea.

Intanto Cramer Ball, amministratore delegato di Alitalia, dopo la presentazione del piano al ministero dello Sviluppo economico per salvare la compagnia ha risposto alle domande dei giornalisti sull’ipotesi di una garanzia dello Stato sul contingent equity, il finanziamento cuscinetto nel caso in cui non si dovessero verificare tutte le condizioni del piano:

“Non posso rispondere io, dovreste chiedere agli azionisti, spetta a loro. E’ stata una buona sessione di lavoro, abbiamo fornito le informazioni ai sindacati, abbiamo dato molti dettagli e vogliamo essere totalmente trasparenti e dare il maggior numero possibile di informazioni”.

Il piano industriale di Alitalia prevede complessivamente 433 milioni di risparmi annui a regime, cioè dal 2019. In particolare, si tratta di 270 milioni sui costi non legati al personale e 163 milioni di risparmi sul costo del personale, (cioè circa due terzi dei risparmi non sono legati al costo del lavoro). Considerato che nei primi tre anni i risparmi complessivi sono di un miliardo, si arriverebbe a 1,866 miliardi nel complesso dei cinque anni del piano.

Ball ha sottolineato la “totale disponibilità a dare ogni risposta. L’azienda deve muoversi velocemente”, e ha aggiunto evidenziando come sia “molto inusuale che un’azienda condivida così tante informazioni: ma vogliamo essere trasparenti perché riteniamo che il piano sia convincente, basato su risparmi che per due terzi non riguardano il costo del lavoro e su un aumento dei ricavi del 30% nei primi tre anni”.

Sui tempi dell’accordo, Ball ha ribadito che l’obiettivo è “raggiungerlo il primo possibile”. Intanto però il personale di Alitalia continua l’agitazione e lo sciopero del prossimo 5 aprile resta fissato, soprattutto ora che il Garante ne ha dichiarato la legittimità.

To Top