Economia

Terremoto, decreto fiscale: sospese fino al 2020 le rate dei mutui nelle zone rosse

terremoto-mutui-zone-rosse

Terremoto, decreto fiscale: sospese fino al 2020 le rate dei mutui nelle zone rosse

ROMA – Terremoto, decreto fiscale: sospese fino al 2020 le rate dei mutui nelle zone rosse. Saranno sospese fino al 31 dicembre 2020 le rate dei mutui sulle prime case e sulle attività produttive, inagibili o distrutte, inserite nelle zone rosse istituite nei Comuni del Centro Italia colpiti dal sisma di agosto 2016.

E’ quanto prevede un emendamento del governo al decreto fiscale, che riordina la legislazione post-sisma ed introduce nuove disposizioni per la ricostruzione dei territori colpiti dai terremoti, compresi quelli de L’Aquila del 2009 e quelli dell’Umbria e delle Marche del 1997.

Nel decreto fiscale bollette tlc mensili e spunta ‘bonus’ nonni. Le bollette delle tlc torneranno mensili, e i ragazzini potranno uscire da soli da scuola, previa autorizzazione dei genitori, anche se non hanno ancora compiuto 14 anni. Sono due dei temi più ‘caldi’ del decreto fiscale, alle battute finali in commissione Bilancio del Senato. Se la questione scuola è stata chiusa con successo, con l’approvazione dell’emendamento del Pd che sana una questione che ha creato scompiglio in migliaia di scuole medie, il nodo delle bollette, invece, non sembra ancora del tutto sciolto.

La direzione resta quella di uno stop definitivo della fatturazione a 28 giorni, ma la riformulazione dell’emendamento Esposito (Pd) non è stata presentata ai senatori perché andrebbero ancora superate alcune criticità. E, come denuncia lo stesso senatore dem insieme ad Alessia Morani, restano forti le pressioni per correggere una proposta che supera “la ‘truffa’ delle bollette a 28 giorni”.

Intanto spunta un nuovo bonus da fare entrare in manovra, cui sarà per intero rinviato il tema pensioni in attesa dell’esito del tavolo governo-sindacati: si tratta di uno sconto fiscale, proposto da Ap, per i nonni che aiutano economicamente i nipoti nelle attività sportive, nelle spese scolastiche o universitarie, negli affitti fuorisede. Gli emendamenti alla legge di Bilancio presentati da Ap prevedono infatti l’allargamento delle detrazioni al 19% per i figli a tutti “i parenti in linea retta”, ovvero anche ai nipoti. Tra le spese detraibili rientrano anche le spese mediche e quelle assicurative.

 

To Top