Blitz quotidiano
powered by aruba

Usciva senza timbrare cartellino: Asl lo licenzia in tronco

A Udine hanno sposato in pieno la linea dura annunciata dal premier Matteo Renzi contro gli statali fannulloni e assenteisti. Un dipendente della Asl licenziato in tronco per essersi assentato senza timbrare cartellino di uscita

UDINE – All’Azienda sanitaria di Udine hanno sposato in pieno la linea dura annunciata dal premier Matteo Renzi, quando ha detto che gli statali fannulloni e assenteisti avrebbero perso lavoro e stipendio nell’arco di 48 ore. Detto, fatto: così un dipendente della Aa3 (l’azienda che coordina il servizio sanitario di Alto Friuli, Collinare e Medio Friuli) è stato licenziato in tronco perché beccato ad attestare falsamente la sua presenza sul lavoro.

In pratica, si assentava regolarmente dal lavoro senza timbrare il cartellino di uscita. Il licenziamento senza preavviso del lavoratore, non di area sanitaria, è stato deciso mercoledì scorso dopo che la Procura ne aveva chiesto il rinvio a giudizio.

Ne parla Il Gazzettino:

Il direttore generale, Pier Paolo Benetollo, chiarisce che la Commissione di disciplina ha accertato che il dipendente «ripetutamente è uscito dal lavoro senza timbrare il cartellino, ed anzi, in diverse occasioni dopo essersi allontanato dal servizio senza timbrare al rientro ha attestato con timbrature non veritiere una pausa di gran lunga inferiore a quella reale».

«Gli stessi comportamenti si sono ripetuti più volte durante tutte le quattro settimane oggetto di indagine – prosegue – Di ciò è stata fornita ampia documentazione da parte della Procura a cui l’Azienda aveva chiesto informazioni sull’indagine effettuata».


PER SAPERNE DI PIU'