Economia

Visita fiscale? Se in malattia e torni prima al lavoro la becchi lo stesso. E pure la sanzione

Visita fiscale? Se in malattia e torni prima al lavoro la becchi lo stesso. E pure la sanzione

Visita fiscale? Se in malattia e torni prima al lavoro la becchi lo stesso. E pure la sanzione

ROMA – Visita fiscale: se sei già tornato al lavoro sanzione per assenza scatta lo stesso. Hai annunciato al capo-ufficio che starai assente dal lavoro per tre giorni, ma al terzo giorno ti presenti regolarmente al lavoro: succede ma, se nel frattempo ti arriva la visita fiscale a casa dove ovviamente non sei reperibile, scatterà automatica la sanzione per l’assenza ingiustificata.

Ben due circolari negli ultimi giorni ha speso l’Inps per ribadire il concetto burocratico che va sotto il nome di “obbligo di rettifica della prognosi”. “Con la circolare 79 del 2 maggio 2017 – spiega il comunicato dell’istituto di previdenza – vengono forniti chiarimenti sull’obbligo di rettifica della prognosi in caso di variazioni rispetto al certificato in corso. Si ricorda che, in caso di guarigione anticipata, il lavoratore in malattia è tenuto a richiedere una rettifica del certificato medico, al fine di documentare correttamente il periodo di incapacità temporanea al lavoro”.

Con la circolare 79/2017 si chiarisce che “l’assenza alla visita medica di controllo domiciliare (Vmcd) sarà sanzionata allo stesso modo anche quando sia dovuta ad un rientro anticipato al lavoro in assenza di tempestiva rettifica del certificato contenente la prognosi. Anche in questo specifico caso, infatti, il lavoratore risulta assente a Vmcd in un giorno in cui è ancora da considerare inabile al lavoro, in base alla certificazione medica inviata all’Inps e sulla base della quale è stata disposta la visita domiciliare».

San raffaele
To Top