Economia

Voucher aboliti, scoppia il caos. E il sito Inps va in tilt…

ROMA – A pochi giorni dall’abrogazione, scoppia il caos voucher. Vuoi per la mancata attivazione di un regime transitorio e vuoi per black out del portale dell’Inps dedicato alla gestione dei tanto vituperati buoni del lavoro.

A lamentare disagi sono i committenti che hanno ancora buoni spendibili fino alla fine dell’anno, purché acquistati entro il 17 marzo, data di entrata in vigore del decreto che li ha cancellati. Impossibile attivarli oggi, lunedì 20 marzo, sul sito Inps. L’istituto ha spiegato le difficoltà con la necessità di adeguare il software: “E’ stato infatti necessario procedere a modifiche tecniche per inibire l’acquisto e il pagamento lasciando in essere solo il procedimento di attivazione”.

Tutto il giorno i centralini delle associazioni sono stati infuocati con molte mail di protesta di imprenditori furiosi. ”Ho comprato i voucher e ora non li riesco ad attivare”, dice una imprenditrice. ”Ho un cameriere in permesso e pensavo di poterlo sostituire chiamando una persona con un voucher, non l’ho potuto fare. Pensavo ci fosse una fase transitoria fino al 31 dicembre”, afferma un ristoratore incredulo degli effetti immediati del decreto.

L’arrivo immediato della tagliola ha certo provocato più di qualche disagio. E forse anche qualche pasticcio. Mentre dai tabaccai i tagliandi scarseggiavano già venerdì mattina prima del Cdm, a causa dei massicci acquisti del giorno precedente, alle Poste ne sarebbero stati venduti anche sabato, il giorno dell’entrata in vigore dello stop per decreto. Questi non saranno attivabili e quindi bisognerà prevedere una procedura di rimborso.

San raffaele

Le lamentele arrivano soprattutto dalle categorie che più utilizzavano questa formula di pagamento del lavoro: agricoltori, esercenti di bar, organizzatori di eventi, ristoratori. ”Era uno strumento utilissimo per le imprese, ora non sappiamo come fare – protesta a sua volta il presidente della Fipe Lino Enrico Stoppani – In vista dell’estate, con i picchi del lavoro stagionale, con l’attività che cresce, altro che abusi, ne abbiamo un bisogno urgente”.

”Siamo tempestati di chiamate, non le sto a dire gli epiteti” racconta il direttore della Confesercenti della provincia di Bologna, Loreno Rossi – prima il caos del fine settimane per le notizie sull’annullamento dei voucher, poi l’arrabbiatura perchè non si potevano più comprare, infine l’impossibilità di attivarli per chi li aveva già. Sa, alcuni hanno fatto incetta, ne hanno comperati per mille, duemila euro”. Per loro arrivano le rassicurazioni dell’Inps.

”In serata sarà possibile di nuovo attivare l’utilizzo dei buoni per il lavoro accessorio comprati entro venerdì 17”, assicurano dall’Istituto.     I consulenti del lavoro, che per primi hanno denunciato il black out del sito, hanno messo in dito anche su un altro problema. “L’improvvisa quanto drastica” abrogazione dell’intera normativa sul lavoro accessorio determina “l’incredibile conseguenza” che per i voucher già acquistati e utilizzabili fino al 31 dicembre del 2017, come previsto dallo stesso decreto legge approvato venerdì scorso 17 marzo dal Consiglio dei ministri e già entrato in vigore, “manca una qualsiasi norma di riferimento”. Una situazione, insomma, di ”vuoto normativo”.

To Top