Blitz quotidiano
powered by aruba

Cinema e sostenibilità: le star più eco-friendly

ROMA – Cinema e sostenibilità: un binomio in cui si riconoscono molti “addetti ai lavori”. Sono sempre di più le celebrities “eco-friendly, che usano la loro visibilità per mettere in guardia dagli effetti del cambiamento climatico. C’è chi sostiene l’autoproduzione degli alimenti e il riciclo dei rifiuti, chi il WWFGreenpeace, chi lancia in prima persona iniziative volte a sensibilizzare il pubblico su un corretto e consapevole utilizzo delle risorse per ridurre al minimo l’impatto ambientale. Ecco una lista delle star del cinema più green.

1)In italia, Gabriele Mainetti, pluripremiato regista di “Lo chiamavano Jeeg Robot” e il documentarista Andrea Segre hanno lanciato il progetto Edison For Nature. L’obiettivo è quello di realizzare un mediometraggio che parli di natura, energia e sostenibilità a partire dalle proposte inviate dalla rete. La partecipazione è aperta a chiunque abbia un’idea e una storia da raccontare nell’ambito dei seguenti temi: comportamenti sostenibili, energia del futuro, innovazioni tecnologiche e mestieri legati al mondo green. “Amo questo progetto – ha detto Mainetti – e non solo perché la questione mi sta veramente a cuore. Io e Andrea Segre saremo solo due tecnici e metteremo a disposizione le nostre competenze, ma mi piace che il progetto sia collettivo, credo che le idee di tante altre persone mi insegneranno moltissimo sulla questione”. (SCOPRI COME PARTECIPARE).

2)Leonardo DiCaprio. E’ una delle star più eco friendly del pianeta. “Non potrei mai vivere con chi non crede nel riscaldamento globale”, ha detto il premio Oscar nel corso di un’intervista in merito alla donna che vuole al suo fianco. L’attore ha inoltre finanziato con 7 milioni di dollari un progetto di Obama per la tutela degli oceani e nel 2013 e stanziato 15 milioni di dollari a ventisette diverse organizzazioni attive a livello mondiale in materia di progetti di conservazione dell’ambiente. “La distruzione del nostro Pianeta continua a un ritmo che non possiamo permetterci di ignorare”, ha dichiarato l’attore.

3)Matt Damon. L’attore americano porta avanti da anni il suo impegno sul fronte ambientalista con la sua fondazione. In passato ha affermato: “La crisi dell’acqua, la necessità di dare acqua pulita ai bambini e alle popolazioni del Terzo mondo per me è una delle prime istanze ambientaliste per le quali battersi”.

4)James Cameron. Un regista attento al tema della sostenibilità e della salvaguardia dell’ambiente, nonché dei diritti delle popolazioni indigene e alle politiche energetiche. Per Cameron è importante “conservare la speranza come padre, a garanzia per i miei figli che non li lasceremo alla deriva in un mondo caotico, pericoloso, al suo stadio terminale”.

5)Harrison Ford. E’ un ambientalista convinto, pronto a partecipare il più possibile agli eventi e alle attività correlate alla salvaguardia della Terra. Basti pensare che nel 1993 è stato premiato da un aracnologo, che a lui ha dedicato una specie particolare di ragni, chiamandoli “Calponia harrisonfordi”. Nove anni dopo, un altro amico entomologo, ha nominato una nuova specie di formiche “Pheidole harrisonfordi .