Energia

Eni main partner al SingularityU Italy Summit: avanguardia del progresso tecnologico italiano

Eni main partner al SingularityU Italy Summit: avanguardia del progresso tecnologico italiano

Eni main partner al SingularityU Italy Summit: avanguardia del progresso tecnologico italiano

ROMA – Eni è main partner della prima edizione di SingularityU Italy Summit che si terrà il 27 e il 28 settembre presso il Centro Congressi Stella Polare di Rho – Fiera (Milano). Fondata nel 2008 a Mountain View, nel cuore del centro di ricerca NASA e della Silicon Valley californiana, Singularity University è una comunità globale di formazione e innovazione che riunisce e mette in relazione tra loro influencer e innovatori provenienti da ogni parte del mondo e utilizza le tecnologie esponenziali per consentire a singoli individui e organizzazioni complesse di apprendere, fare rete e innovare utilizzando soluzioni acceleranti e tecnologie semplificanti.

Per Eni, sempre impegnata nella lotta al cambiamento climatico attraverso l’innovazione tecnologica, SingularityU offre l’opportunità di uno sguardo di insieme sulla trasformazione industriale in corso e sulla materialità delle tecnologie che possono incidere sul business come, ad esempio, robotica, intelligenza artificiale, energia, Internet of Things, nanotecnologie, Big Data e genetica. Il settore dell’energia potrà essere radicalmente cambiato dalle diverse forme di clean energy e storage, dalle misure di efficienza legate ai Big Data, dai nuovi materiali, dalla robotica, dai processi innovativi e da differenti forme di consumo.

Eni è presente a SingularityU con Exponential Energy, in un’area espositiva di 60 mq dove è possibile approfondire il modello energetico di Eni, grazie a tre modelli esperienziali in scala delle tecnologie Eni e al Data Lab interattivo. Il primo modello è dedicato alla tecnologia Waste to Fuel (W2F) che trasforma la frazione umida dei rifiuti solidi urbani in biocarburante; il secondo modello è il Building Integrated Photo – Voltaics (BIPV), progetto sperimentale di edificio autosufficiente dal punto di vista energetico con concentratori solari luminescenti (LSC, Luminescent Solar Concentrators) e con pannelli fotovoltaici flessibili (OPV, Organic Photo-Voltaics), nuova frontiera del fotovoltaico avanzato Eni. Il terzo modello riguarda il progetto Extir® Galileo, caratterizzato da un edificio con lastre isolanti ricavate da polimeri stirenici prodotti da Versalis, materiali plastici estremamente versatili e di elevata leggerezza, buone caratteristiche meccaniche, alto potere isolante e facile riciclabilità.

Nello spazio Exponential Energy è presente anche l’Eni Data Lab che, a partire dalle tre tecnologie Eni esposte, offre ai visitatori – attraverso un’esperienza basata sui dati – le proiezioni degli ipotetici scenari di applicazione in modalità scalare. Il visitatore può approfondire la conoscenza delle tecnologie e i vantaggi del loro futuro utilizzo. L’area dedicata al Social Listening, infine, segue l’andamento delle conversazioni online in relazione alle tecnologie Eni presentate.

To Top