Energia

Petrolio. Iraq vuole aumentare capacità produttiva a 5 mln di barili

Un campo petrolifero in Iraq

Un campo petrolifero in Iraq

LIBANO, BEIRUT – L’Iraq, secondo esportatore di petrolio nell’Opec dopo l’Arabia Saudita, intende aumentare la sua capacità produttiva a 5 milioni di barili al giorno entro la fine di quest’anno.

L’annuncio è stato fatto dal ministro del petrolio di Baghdad, Jabar Al Luaibi, il quale ha tuttavia assicurato che il suo Paese intende rispettare gli accordi presi per la limitazione della produzione al fine di sostenere i prezzi.

L’Iraq ha prodotto in media 4,464 milioni di barili al giorno in marzo, con una riduzione di 300.000 barili rispetto al 2016. L’accordo per la riduzione tra i principali Paesi produttori dovrebbe riguardare solo i primi sei mesi di quest’anno, a meno che non venga decisa una proroga nella prossima riunione Opec in programma in maggio a Vienna.

Baghdad continuerà tuttavia nelle sue iniziative per aumentare la capacità produttiva. “In parallelo – ha detto Al Luaibi – continueremo i progetti di esplorazione per incrementare le riserve di 15 miliardi di barili nel 2018, per arrivare a 178 miliardi di barili”.

To Top