foto notizie

25 aprile. La “Liberazione” senza partigiani della regione Umbria. Spot con gaffe

25 aprile. La "Liberazione" senza partigiani della regione Umbria. Spot con gaffe

25 aprile. La “Liberazione” senza partigiani della regione Umbria. Spot con gaffe

ROMA – 25 aprile. La “Liberazione” senza partigiani della regione Umbria. Spot con gaffe. La pubblicità istituzionale della Regione Umbria per celebrare la giornata del 25 aprile, festa della liberazione, sembra aver dimenticato ruolo e sacrificio dei partigiani italiani. Nella foto che dovrebbe immortalare il momento storico, i creativi a libro paga della Regione hanno scelto l’immagine dei soldati russi e americani che si stringono le mani sul fiume Elba. A parte che in Umbria semmai furono gli inglesi a liberare l’Umbria, ma insomma, specie da un’amministrazione di sinistra, nessuno si aspettava una gaffe storica come questa.

Quella foto è piuttosto l’istantanea di un nuovo ordine mondiale che avrebbe diviso il mondo in sfere di influenza immutabili per quasi mezzo secolo. La guerra partigiana che contribuì valorosamente alla liberazione dal nazifascismo l’Umbria la relega a una polverosa nota a piè di pagina. E’ il politologo Alessandro Campi che su facebook prova a mettere un po’ d’ordine e distribuire qualche votaccio.

Questo è il modo, invero assai discutibile sul piano storico-simbolico, con cui la Regione Umbria, nel suo manifesto ufficiale, ha inteso ricordare l’anniversario della Liberazione. Russi e Americani che si stringono le mani sull’Elba! E i partigiani? Curiosamente spariti nel giorno che dovrebbe ricordarli. Senza contare che Perugia e l’Umbria, lo sanno anche i sassi, sono state liberate dalle truppe inglesi. Ma quale funzionario di quale ufficio regionale ha avuto un’idea così brillante? (Alessandro Campi, post Fb ripreso dal Corriere dell’Umbria)

 

San raffaele
To Top