foto notizie

Aeroporti assediati: la protesta contro lo stop di Trump sull’immigrazione

  • Aeroporti assediati: la protesta contro lo stop di Trump sull'immigrazione
  • Aeroporti assediati: la protesta contro lo stop di Trump sull'immigrazione
Aeroporti assediati: la protesta contro lo stop di Trump sull'immigrazione

Aeroporti assediati: la protesta contro lo stop di Trump sull’immigrazione

NEW YORK – Dal New York a San Francisco: negli scali Usa è andata in scena una protesta contro la stretta sull’immigrazione decisa dal presidente Donald Trump. Alcune centinaia di persone si sono radunate al Jfk davanti ai terminal con cartelli e striscioni favorevoli all’accoglienza e contro il bando imposto agli immigrati provenienti da sette paesi musulmani. A richiamarli, è stato il tam tam sui social che ha visto convolto anche il regista Micheal Moore.

Anche’associazione dei tassisti newyorkesi ha deciso di proclamare uno sciopero della categoria contro le nuove disposizioni di Trump sugli immigrati. I taxi non hanno fatto servizio negli aeroporti della metropoli americana dalle 18 alle 19 di oggi pomeriggio, 29 gennaio. “Noi non possiamo restare in silenzio” spiegano i tassisti newyorkesi, la gran parte immigrati. “Noi andiamo a lavorare per accogliere in aeroporto le persone in una terra che una volta ci ha accolto. Non vogliamo queste divisioni”.

To Top