Blitz quotidiano
powered by aruba

Arabia Saudita, Starbucks Riad: ingresso vietato donne FOTO

In Arabia saudita le donne non possono guidare e devono avere l'approvazione di un uomo per viaggiare o lavorare; nei luoghi pubblici come ristoranti, spiagge, parchi di divertimento e banche devono entrare e uscire attraverso ingressi speciali.

RAID (ARABIA SAUDITA) – Arabia Saudita, Starbucks di Riad: ingresso vietato alle donne. Ad aver deciso il divieto della cosiddetta “barriera di genere” presente in tutti i ristoranti del regno, è la polizia religiosa.

La barriera viene usata per dividere le donne dagli uomini. Ora anche la direzione della nota caffetteria americana è stata costretta a non ammettere le donne ed ha affisso un cartello all’entrata, ripreso sui social e pubblicato sul Daily Mail, in cui c’è scritto: “Vietato l’accesso alle donne, per favore mandare i vostri autisti a ordinare”. Stando a quanto riportato sempre dal tabloid britannico, una donna a cui è stato impedito di entrare nel locale ha scritto su Twitter: “Starbucks a Riad non mi ha voluto servire solo perché sono una DONNA e mi ha chiesto di mandare un uomo per ordinare”.

In Arabia saudita le donne non possono guidare e devono avere l’approvazione di un uomo per viaggiare o lavorare; nei luoghi pubblici come ristoranti, spiagge, parchi di divertimento e banche devono entrare e uscire attraverso ingressi speciali. In un comunicato l’azienda americana ha dichiarato: “Starbucks in Arabia Saudita rispetta le leggi locali garantendo ingressi separati per le famiglie così come per le persone singole. Tutti i nostri punti vendita forniscono servizi, menù e posti a sedere a uomini, donne e famiglie. Stiamo eseguendo dei lavori nel punto vendita di Jarir, in modo da poter accogliere tutti i clienti nel rispetto delle norme locali”.

Immagine 1 di 4
  • Arabia Saudita, Starbucks Riad: ingresso vietato donne
  • Arabia Saudita, Starbucks Riad: ingresso vietato donne
Immagine 1 di 4