Blitz quotidiano
powered by aruba

Carlo Cracco, sfogo dopo le critiche per cena al Vinitaly

ROMA – “Che sia un piccione, una cena che faccio o una frase che dico poco importa: a loro non interessa il cosa, ma il chi. Parlando di me, sanno che faranno parlare di loro“. Questo lo sfogo dello chef pluristellato e giudice di Masterchef Italia Carlo Cracco che su Facebook ha risposto alle critiche scaturite dopo la sua cena al Vinitaly.

Questa volta Cracco è stato accusato di aver deluso 400 ospiti importanti, tutti addetti del settore vitivinicolo, in occasione della cena di gala del vinitaly. E così lo chef ha deciso di rispondere al pubblico di ammiratori e non sulla sua pagina di Facebook.

“Oramai parlare male di me o attaccarmi per qualunque cosa è diventato l’hobby più ambito per ottenere più visualizzazioni o più notorietà. Un modo per fare parlare di sè insomma. Che sia un piccione, una cena che faccio o una frase che dico poco importa: a loro non interessa il cosa, ma il chi. Parlando di me, sanno che faranno parlare di loro. E il frutto di questo loro “lavoro”, o accanimento, lo sbandierano pure ai quattro venti e se ne compiacciono. “Grande successo per noi”, scrivono loro. “Grande tristezza”, penso io. Avanti il prossimo”.

Carlo Cracco, sfogo su Facebook contro le critiche per la cena al Vinitaly

Carlo Cracco, sfogo su Facebook contro le critiche per la cena al Vinitaly