Blitz quotidiano
powered by aruba

Cerchi sulla neve in Valle d’Aosta, ma non sono Ufo

AOSTA – Cerchi sulla neve sono apparsi in Valle d’Aosta. Gli Ufo non c’entrano nulla perché i meriti sono tutti umani, da attribuire alla guida ambientale di Antey-Saint-André Gian Mario Navillod e del maestro d’arte Eric Navillod. I due hanno realizzato un vero e proprio labirinto sulla neve.

L’opera è a Chamois, sotto all’Hotel Maison Cly: si tratta di un labirinto rotondo, con un diametro di 29 metri. È stato realizzato utilizzando le ciaspole e al centro dell’immagine c’è un grande cuore. Sul suo sito internet (gian.mario.navillod.it) Navillod spiega:

“Il disegno si ispira a quello del Labirinto di Chartres”, costruito all’interno della cattedrale francese nel 1194. Se il labirinto originale è sopravvissuto ai secoli, quello di Chamois è destinato a sciogliersi con i primi caldi o a sparire con una nuova nevicata.