Blitz quotidiano
powered by aruba

Croce tra le nuvole: effetto ottico spettacolare a Gallipoli

GALLIPOLI (LECCE) – Una croce tra le nuvole, in cielo. Un effetto ottico sul mare di Gallipoli in Puglia. “Un segno divino” dicono gli abitanti, e la foto, davvero spettacolare, diventa virale sui social network.

L’immagine della croce in cielo potrebbe essere semplicemente frutto della pareidolia, l’illusione subcosciente che porta l’uomo a riconoscere in oggetti naturali o artificiali dalla forma casuale, immagini a lui familiari (per esempio vedere nelle nuvole alcune forme animali).

Antonella Margarito per Il Mattino racconta:

Erano le 16,55 di domenica e nel centro storico suonavano le campane di San Francesco di Paola. Quel mare di “arbata liscia” come dicono i gallipolini quando l’acqua è ferma come quella di un lago e quel cielo nel quale si aprivano le nuvole, aveva ispirato una foto da condividere su Facebook.

A scattarla, un poeta gallipolino Carmelo Scorrano, noto per i suoi versi in vernacolo, molti dei quali dedicati alla sua bella città. Ma poco dopo, l’uomo è stato attratto da qualcosa di molto particolare. «Una nuvola – scrive lui su face book – si trasformava in Dio sulla Croce nell’alto dei Cieli». Per i gallipolini, popolo di forte religiosità, si sarebbe trattato di un segno, proprio nella domenica precedente i riti religiosi della Pasqua. «È bello pensare – dice Scorrano – che sia Dio che ci guarda e ci protegge e ci ringrazia per ricordarlo grazie a tutte le nostre tradizioni religiose».