Blitz quotidiano
powered by aruba

Egitto, statua dedicata ai caduti “raffigura molestie”: artista costretto a cambiarla FOTO

IL CAIRO – Un uomo che abbraccia una donna cingendola da dietro con le mani intorno alla vita: questa semplice statua è al centro delle polemiche in Egitto. Le autorità sostengono che alluda ad una molestia o ad una avance , e hanno costretto l’autore dell’opera, l’artista egiziano, Wagih Yani, a cambiarla.

“La madre del martire”, questo il titolo della scultura installata a Sohag, a sud del Cairo, raffigura una contadina, tradizionale rappresentazione artistica del Paese, che viene abbracciata da dietro da un milite con l’elmetto. E’ stata realizzata da Wagih Yani per onorare i caduti in battaglia. Ma non è piaciuta a molti egiziani, che l’hanno criticata e definita inappropriata, al punto che è dovuto intervenire il governatore della regione Ayman Abdel-Monai che sul caso ha chiesto di aprire un’inchiesta.

L’artista si è difeso affermando che la sua opera raffigura un soldato-martire legato alla madre. Ad ogni modo Wagih Yani è stato costretto a modificare la statua precisando che il militare dietro la contadina sarà sostituito con un ramoscello di ulivo che la donna terrà nelle mani. Numerosissimi i commenti polemici sui social network. C’è anche chi ha visto nella statua la metafora dell’esercito nazionale che seduce l’Egitto.

Immagine 1 di 1
  • Egitto, statua dedicata ai caduti "raffigura molestie": artista costretto a cambiarla FOTOEgitto, statua dedicata ai caduti "raffigura molestie": artista costretto a cambiarla FOTO
Immagine 1 di 1

 


TAG:

PER SAPERNE DI PIU'