Blitz quotidiano
powered by aruba

Enrico Mentana “cancella” faccia a Matteo Renzi con post it

Enrico Mentana ha postato sul proprio profilo Instagram una foto di Matteo Renzi con un bel post it sopra la faccia

ROMA – Enrico Mentana ha postato sul proprio profilo Instagram una foto di Matteo Renzi con un bel post it sopra la faccia. Nella foto Renzi stringe la mano al presidente iraniano Rohani, lo stesso presidente per il quale sono state coperte le statue di nudo ai Musei Capitolini di Roma. Una stilettata, insomma, del direttore del Tg La7 che evidentemente non ha apprezzato la scelta del governo (o meglio del cerimoniale) di coprire le statue.

A quanto pare non è stato il governo a chiedere di coprire le statue e non è stato neppure il presidente iraniano a chiederlo. Resta quindi soltanto un’ipotesi, quella dell’eccesso di zelo di qualche funzionario che ha arbitrariamente deciso di trasformare dei capolavori in “mobili Ikea”, come detto in modo assolutamente efficace da Maurizio Crozza. Eppure dalla Sovrintendenza respingono le accuse e le fanno rimbalzare dritte nella sede del Governo, Palazzo Chigi. “Sulla vicenda delle statue dei Musei Capitolini coperte in occasione della visita del presidente iraniano Rohani dovete chiedere a Palazzo Chigi. La misura non è stata decisa da noi, è stata un’organizzazione di Palazzo Chigi non nostra” recita una dichiarazione all’agenzia Ansa della Sovrintendenza dei Musei Capitolini. Il governo, assicura il ministro Dario Franceschini, era assolutamente all’oscuro della copertura. Non sapeva nulla il ministro per i Beni culturali e men che meno sapeva nulla il premier Matteo Renzi.

Alla fine, dopo una lunga indagine interna a palazzo Chigi, pare che la responsabilità della cosa sia da attribuire al capo del cerimoniale di Palazzo Chigi, la dottoressa Ilva Sapora. La donna, a un passo dalla pensione, descritta come persona raffinata ed elegante, da 15 anni a Palazzo Chigi (si parla di una relazione professionale molto solida con Gianni Letta) ha fatto sapere di non poter rilasciare dichiarazioni sulla visita del presidente iraniano: “È una questione di etica”. Ma le voci uscite dall’entourage a lei vicino a Palazzo – raccolte da Marco Galluzzo sul Corriere della Sera – sussurrano che siamo vicini alla identificazione di un capro espiatorio. Anche considerando la disposizione accentratrice a tutti nota del presidente del Consiglio: Sapora, infatti, è sempre al fianco di Renzi nei suoi incontri istituzionali.