Blitz quotidiano
powered by aruba

F1: selfie con i 18 piloti a cena, e ognuno paga per sé FOTO

SHANGHAI – Ognuno paga la sua parte del conto. Diciotto carte di credito e 18 ricevute per una cena con tanto di selfie che Nico Roseberg ha immortalato su Twitter. Ironico l’hashtag dello scatto: #racingunited o meglio #windsbagunited (ciarlatani uniti), rivolto a Bernie Ecclestone che li aveva accusati di essere dei ciarlatani. Il magnate aveva risposto polemicamente a una lettera pubblica della GPDA (Grand Prix Drivers’ Association – associazione dei piloti), in cui i piloti criticavano il sistema manageriale riguardo scelte e qualifiche, attaccandoli con la definizione di ciarlatani e tirchi. E forse un po’ tirchi lo sono stati. Lo racconta Lewis Hamilton che ha prenotato il ristorante italiano “The Kitchen”:

“Ho diviso il conto con altri 17 piloti – ha detto Hamilton ai giornalisti -, una cosa davvero stupida e folle. Probabilmente non era così costoso e così uno o due poteva pagare adesso, e la prossima volta sarebbe toccato a qualcun altro, ma la risposta è stata ‘no, no, io voglio pagare individualmente’. Nico ha voluto dividere e tutti noi abbiamo avuto una copia della ricevuta. E’ stata la cosa più ridicola che abbia mai visto! “.

La cena si è tenuta a Shanghai, dove nel weekend si disputerà la terza gara del mondiale 2016. Lo scatto della tavolata è stato twittato da tutti i piloti presenti: Nico Rosberg, Daniel Ricciardo, Fernando Alonso, Nico Hulkenberg, Valtteri Bottas, Max Verstappen, Daniil Kvyat, Esteban Gutierrez, Sergio Perez, Esteban Ocon, Marcus Ericsson, Felipe Massa, Felipe Nasr, Carlos Sainz Jr., Pascal Wehrlein, Sebastian Vettel, Jenson Button and Lewis Hamilton.

F1: selfie con i 18 piloti a cena, e ognuno paga per sé FOTO

F1: selfie con i 18 piloti a cena, e ognuno paga per sé FOTO