Blitz quotidiano
powered by aruba

Gatto imbalsamato trasformato in borsetta: venduto all’asta per 360€

LONDRA – Chi non vorrebbe una borsa di gatto imbalsamato? Il macabro accessorio, che ha fatto inorridire il web, è stato venduto ad una asta online sul portale TradeMe: partendo da un prezzo base di 1400 dollari neozelandesi, la stravagante borsetta è stata venduta a 545 dollari, circa 360 euro.

L’inquietante borsa-micio è stata realizzata da una tassidermista neozelandese di nome Claire Hobbs. Intervistata dal sito Stuff.Co.Nz, l’imbalsamatrice ha assicurato che nessun animale è stato mai torturato o ucciso per realizzare la borsetta. Il gatto, già morto, è stato trovato in strada dalla venditrice e conservato in congelatore per tre mesi.

Dopo aver cercato invano i proprietari del povero micio, la donna ha deciso di immortalarlo in una “pratica” borsetta. Ma gli utenti della rete non l’hanno presa bene: tra i commenti più lusinghieri c’è chi ha definito la pochette “inaccettabile”, “disgustosa” o “kitch”

Rispondendo alle critiche, la donna ha più volte ribadito di non aver mai ucciso animali per la sua arte: “Non vado in giro a uccidere gli animali pensando di poterli trasformare in una bella borsetta”. Il portavoce di TradeMe, Logan Mudge, ha inoltre precisato che il portale consente la vendita di pelli di animali e che in questo caso  gli è stato assicurato che nessun animale è stato vittima di crudeltà.

Immagine 1 di 2
  • Il gatto imbalsamato trasformato in borsetta: venduto all'asta per 360€02
Immagine 1 di 2