Blitz quotidiano
powered by aruba

Gemelle omozigote: stesso Dna, ma non si somigliano affatto

LONDRA – Una è mora, ha la pelle scura e gli occhi marroni. L’altra ha i capelli castani, la pelle chiara e gli occhi azzurri. Jasmin e Amelia sono le prime gemelle omozigote, che cioè hanno lo stesso identico Dna, a nascere con caratteristiche tanto diverse in Gran Bretagna. Le due bimbe sono nate un anno fa e hanno lasciato a bocca aperta sia i genitori che i medici, che avevano assicurato alla famiglia che le piccole sarebbero state indistinguibili tra loro e invece non si somigliano affatto.

Il Messaggero scrive che nonostante i test abbiano accertato che le due gemelle sono omozigote e hanno lo stesso corredo genetico, le due si somigliano davvero poco. Si tratta infatti di una condizione rarissima, come hanno spiegato i medici ai genitori, che si verifica solo 1 volta su un milione:

“«Sembrano di razze diverse. Amelia è l’immagine sputata di suo padre, mentre Jasmine è una mia mini-versione», sorride la mamma, la 37enne Libby Appleby. «I medici ci hanno detto che le probabilità di concepire 2 gemelli di razza mista sono una su un milione. Siamo eccitati dall’essere così unici», continua la neomamma. Un campione della placenta di Libby ha confermato che i geni delle piccole sono uguali al 100%, anche se l’apparenza inganna, riporta il ‘Telegraph’. «Gli estranei pensano che siano sorellastre. Riceviamo un sacco di sguardi divertenti quando diciamo alla gente che le bimbe sono in realtà identiche», afferma la madre.

Claire Steves, del Department of Twin Research, spiega che sono numerosi i geni che controllano il colore della pelle. E anche se è probabile che gemelli identici li condividano completamente, non è detto. Per l’esperta, che lavora al King College di Londra, potrebbe esserci stato un cambiamento nel modo in cui si sono sviluppate le bimbe nel grembo materno: «Una spiegazione – dice – potrebbe essere la cosiddetta mutazione somatica, che avviene quando uno di questi cambiamenti si verifica dopo che i gemelli si sono separati all’inizio dello sviluppo». «In alternativa, a volte i marcatori del Dna che influenzano la misura con cui lo stesso acido desossiribonucleico è espresso possono essere diversi nei gemelli. Abbiamo alcune prove che il colore della pelle è soggetto a questo tipo di controllo ‘epigeneticò».

«Infine, se i gemelli sono stati esposti ad ambienti differenti, possono avere un colore diverso della pelle. Per esempio se uno ha avuto una maggiore esposizione al sole, o ha sviluppato uno stato in cui sono interessate le cellule pigmentate. Nonostante queste possibilità per spiegare questo fenomeno intrigante – conclude la specialista – la stragrande maggioranza dei gemelli identici hanno una colorazione della pelle molto simile e questo caso è davvero molto insolito»”.


PER SAPERNE DI PIU'