Blitz quotidiano
powered by aruba

Google brevetta la “carta moschicida” salva-pedoni

SAN FRANCISCO – Una specie di carta moschicida per salvare i pedoni. E’ il brevetto depositato da Google il 17 maggio: lo speciale adesivo serve a tenere i pedoni incollati al cofano in caso di urto, così da non scaraventarli lontano ed evitare un secondo impatto contro l’asfalto. Ne dà notizia The Mercury News, il giornale della Silicon Valley con tanto di link al brevetto US 9,340,178 B1 del 17 maggio 2016. Cliccare per credere.

Risale allo scorso febbraio la decisione del National Highway Traffic Safety Administration, l’ente americano preposto alla sicurezza stradale, che equipara i software delle auto a guida autonoma ad un guidatore in carne ed ossa. E Big G si è subito messa al lavoro per trovare nuove misure di sicurezza.

Ma come fare ad evitare che lo stesso adesivo non calamiti qualsiasi cosa che vola durante la guida? Nel brevetto si parla di due strati: il cofano sarebbe protetto da un guscio che si frantumerebbe in caso di collisione permettendo la fuoriuscita della colla.

Al momento non si conosce la reale efficacia del sistema. Non sono escluse controindicazioni, nel caso ad esempio la vettura con il pedone incollato sul cofano vada a sua volta a sbattere contro un muro. O peggio, finisca in un burrone o in un corso d’acqua.

Sta di fatto che Mountain View non è la sola a cercare soluzioni alternative. Alcuni modelli di automobili Jaguar utilizzano piccole cariche esplosive per spingere il cofano in caso di collisione e attutire il contatto con la vittima. Mentre la Volvo V40 monta lungo il parabrezza  un aribag per evitare l’urto della testa in caso di investimento di un pedone.

Google brevetta la "carta moschicida" salva-pedoni

 


TAG: