Blitz quotidiano
powered by aruba

Hillary Clinton, bus elettorale rovescia liquami e feci in strada FOTO

LAWRENCVILLE – Il Comitato Nazionale Democratico è nei guai dopo uno sfortunato pit-stop a Lawrenceville, in Ge. Un bus DNC, decorato con le insegne di Hillary Clinton, si è fermato di fronte a un autoricambi e ha rovesciato sulla strada liquami e feci umane. Poco dopo, una squadra addetta alla denuncia di materiali pericolosi, ha dichiarato che la scena era a rischio biologico.

“Ero seduto nel negozio e guardavo fuori dalla vetrina, quando a un certo punto vedo questo bus girare”, racconta Mike Robins, manager del O’Reilly autoricambi. “C’era scritto “Hillary e Kaine” e aveva le loro facce stampate ai lati. Stavo per uscire a fare una foto, quando un ragazzo è sceso dal bus, ha spinto una leva e prima che me ne accorgessi ha scaricato i liquami ovunque”. Robins ha osservato la scena sbigottito, poi ha iniziato a scattare foto. “Hanno cominciato a scaricare i liquami in mezzo alla strada. Hanno spinto una leva ed è uscito di tutto”.

L’uomo ha telefonato al dipartimento per la salute, ma senza risultato. Così ha deciso di chiamare un amico nel distretto di polizia, che ha allertato i colleghi. Dopo poco, sul posto sono arrivati polizia e pompieri.

Le autorità lo hanno considerato un biologico e non riuscendo tra l’altro a eliminare liquame e feci con appositi liquidi sono stati costretti a raccogliere tutto all’interno di buste rosse.

“Non posso credere che abbiano fatto una cosa del genere” dice Robin. “nessuno farebbe una cosa simile. E non penso che manchino i soldi per portare il bus a scaricare le acque nere… Una delle clienti presenti durante l’accaduto mi ha detto: “La Clinton ci ha cac**o addosso per tutti questi anni… di cosa ti meravigli?”.

In una dichiarazione alla stampa locale, il Comitato Democratico ha chiesto ufficialmente scusa e si è prodigato per lavorare con le autorità locali per risolvere qualsiasi problema.

“Durante questa campagna ne abbiamo viste di tutti i colori” spiega Robins. “Una volta il Cremlino, una volta i clowns. Io vorrei solo che l’economia del Paese andasse bene, invece ci ripagano con un sacco di me**a”.