Blitz quotidiano
powered by aruba

Insetto mangia-carne diffuso per colpa dell’Isis VIDEO-FOTO

DAMASCO – La leishmaniosi cutanea è una malattia parassitaria che porta a gravi cicatrici che si formano spesso sui volti delle persone. Diffusa in varie parti del mondo tra cui il Sud America, Medio Oriente e Afghanistan, prima della guerra in Siria era sotto controllo.

Ora, con l’occupazione dell’Isis, la polvere e l’incuria in cui versa quasi tutto il paese ha portato ad un’impennata nella diffusione di questa malattia. La causa è da ricercare nella puntura di pappataci, piccoli insetti simili alle zanzare, ma più piccoli e silenziosi.

Questa malattia, da noi era conosciuta solo nella variante che colpisce i cani e pochissimo diffusa tra gli umani. Ora però, sono migliaia i rifugiati infetti. Tra questi, potrebbero sviluppare la malattia anche i profughi che si trovano ora in Europa.

 

La Croce Rossa turca, in passato aveva accusato l’Isis di aver portato alla diffusione di questa malattia cutanea a causa dei cadaveri lasciati giacere strada. Ora però, la causa appare essere più chiara: la diffusione è dovuta alla mancanza di strutture mediche nei territori controllati dall’Isis. 

Il dottor Waleed Al-Salem della Scuola di Medicina Tropicale di Liverpool a Metro ha dichiarato:”‘E’ una situazione molto brutta. La malattia si è diffusa drammaticamente in Siria, ma anche in paesi come Iraq, Libano, Turchia e anche in Europa a causa dei rifugiati in arrivo. Ci sono migliaia di casi nella regione. Il dato però è ancora sottovalutato, dato che nessuno è in grado di contare il numero esatto di persone colpite”.

Immagine 1 di 2
  • Insetto mangia-carne diffuso per colpa dell'Isi
Immagine 1 di 2